USA Breaking news del 8 ottobre 2020

Ecco le ultime notizie dagli Stati Uniti dell'8 ottobre 2020

0
230
24 novembre
USA Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 8 ottobre ci giungono nuove news dagli USA.

Last news del 8 ottobre 2020

Trump allo Studio Ovale nonostante l’isolamento

Il presidente Trump si è recato nello Studio Ovale della Casa Bianca nonostante sia in quarantena e in isolamento dopo aver contratto il coronavirus.

Il consigliere economico, Larry Kudlow, ha riferito si dono prese delle precauzioni supplementari per evitare la diffusione del virus. Tuttavia afferma di non sapere chi era presente nello Studio con il Presidente.

Trump in un video su Twitter ha dichiarato: “Forse mi riconoscete, sono il vostro Presidente preferito e sto davanti allo Studio Ovale, che è un posto dove è sempre eccitante essere”. Ha poi assicurato di stare bene grazie al Regeneron, un cocktail sperimentale di anticorpi sintetici.   

Agente accusato della morte di Floyd libero su cauzione

L’agente di polizia di Minneapolis, Derek Chauvin, accusato dell’omicidio di George Floyd è stato rilasciato su cauzione dopo il versamento di un milione di dollari. Sconosciuta la persona che ha pagato la cauzione.

Questa notizia potrà causare una nuova ondata di proteste.

Chauvin è accusato di aver ucciso Floyd tenendo il ginocchio sul collo dell’uomo per 8 minuti durante un fermo della polizia lo scoro 25 maggio. Da allora a gente è scesa in piazza per protestaste contro l’ingiustizia raziale e la brutalità della polizia.

Chauvin dovrà presentarsi in tribunale a marzo del prossimo anno.

Pelosi: Casa Bianca luogo più pericoloso negli USA

Dopo la positività al coronavirus del presidente Trump la Casa Bianca è diventata un cluster. Infatti molti dei più stretti collaboratori del Presidente sono stati infettati.

La speaker della Camera, Nancy Pelosi, ha affermato: “Non voglio avvicinarmi alla Casa Bianca. E’ uno dei posti più pericolosi degli USA”.

Dibattito VP: Harris contro Pence

Ieri sera si è svolto il primo e unico dibattito vicepresidenziale tra la senatrice Kamala Harris e il vicepresidente Mike Pence.

La Harris ha attaccato l’amministrazione Trump per la pessima gestione della pandemia di coronavirus. Ha detto: “La gestione dell’amministrazione Trump della pandemia è stato il più grosso fallimento della storia americana”. Ha poi aggiunto: “Donald Trump e Mike Pence sapevano in anticipo della pericolosità del virus e lo hanno nascosto, minimizzando la sua gravità”.

Secondo i sondaggi della CNN la Harris ha battuto Pence con un ampio margine. Circa il 60% degli elettori ha affermato di aver preferito la Herris contro il 38% di Pence.


Dibattito VP – Kamala Harris contro Mike Pence


Altre news del 8 ottobre

Facebook vieterà spot politici dopo la chiusura del voto

Facebook ha annunciato che alla chiusura del voto del 3 novembre tutti gli spot pubblicitari, a sfondo politico o sociale, saranno vietati sulla sua piattaforma.

La compagnia ha detto di aver preso questa decisione per ridurre il rischio di confusione o di abuso sullo sfondo dei timori di uno spoglio delle schede molto contestato.   

Prossimo dibattito Trump Biden sarà viruale

La Commissione per i dibatti presidenziali ha annunciato che il secondo dibattito tra Donald Trump e Joe Biden sarà virtuale per “proteggere la salute e la sicurezza di tutti i soggetti coinvolti”.

La commissione ha affermati che la Town Hall virtuale si terrà nel giorno stabilito per il secondo dibattito, il 15 ottobre.

Il presidente Trump ha già annunciato che non parteciperà. Ha infatti detto: “Non faccio un dibattito virtuale. E’ una perdita di tempo. Ti siedi dietro un computer e fai un dibattito, è ridicolo”.

Gli americani si fidano più di Biden sull’assitenza sanitaria

Secondo un sondaggio pubblicato da Gallup la maggior parte degli americani si fida di più del candidato democratico Joe Biden per la gestione del sistema sanitario.

Il 52% degli intervistati ha detto di fidarsi dell’ex vice presidente per guidare il sistema sanitario in modo più efficiente mentre il paese combatte COVID-19, rispetto al 39% che ha detto la stessa cosa di Trump. Un altro 9% ha scelto “altro candidato”.

Commenti