USA Breaking news del 18 ottobre 2020

Ecco le ultime notizie dagli Stati Uniti del 18 ottobre 2020

0
182
29 ottobre
USA Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 18 ottobre, ci giungono nuove notizie dagli USA.

Last news del 18 ottobre

In USA hanno già votato 25 milioni di cittadini

A meno di tre settimane dalle elezioni presidenziali, negli USA hanno già votato oltre 25 milioni di americani. A riferirlo è lo US Election Project.

Il progetto sottolinea anche che si tratta di un numero record. Infatti, alle precedenti elezioni nello stesso periodo avevano votato soltanto 6 milioni di cittadini.

Molti elettori hanno scelto il voto anticipato, soprattutto per posta, per evitare lunghe code ai seggi per timore della pandemia.

La folla in Michigan urla “Richiudetela!” al governatore Whitmer

Dopo poco più di una settimana che l’FBI ha annunciato di aver sventato un piano per rapire il governatore del Michigan Gretchen Whitmer, che coinvolgeva degli estremisti di Destra sostenitori di Trump, il Presidente incita la folla in Michigan a cantare “Rinchiudete il governatore!”.

Trump ha detto, rivolgendosi alla folla: “Dovete convincere il vostro governatore ad aprire lo Stato, okay? Dovete fare riaprire le scuole, le scuole devono essere aperte, giusto?”.

Il presidente Trump ha poi affermato che bisogna prestare attenzione alla Whitmer e al procuratore generale del Michigan, perché loro controllano le votazioni e gli ruberanno le elezioni.

Gretchen Whitmer ha risposto ai commenti del Presidente dicendo: “Questa è esattamente la retorica che ha messo in pericolo la mia vita, quella della mia famiglia e di altri funzionari governativi mentre cerchiamo di salvare le vite dei nostri concittadini americani”.

Nuovo boom di casi covid negli USA

Le autorità sanitarie statunitensi hanno segnalato oltre 70 mila casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Tale dato rappresenta il più alto numero di contagi in un solo giorno dall’inizio di luglio.

Gli Stati dove si vede un nuovo picco di contagi sono soprattutto quelli del Midwest, come Wyoming, Minnesota, Wisconsin, West Virginia, North Dakota, Indiana, New Mexico, Utah, Colorado e Ohio.

Inoltre, si è registrato un numero considerevole di nuovi decessi nelle ultime 24 ore: le vittime sarebbero oltre 900. Pertanto i decessi dall’inizio della pandemia sarebbero oltre 219 mila.

Marcia delle donne contro il giudice Amy Coney Barrett

I manifestanti della marcia delle donne hanno invaso le strade di Washington DC per esprimere il loro dissenso contro l’amministrazione Trump e la sua decisione di nominare il giudice Amy Coney Barrett alla Corte Suprema.

I dimostranti si sono riuniti a Freedom Plaza, per poi procedere con il percorso della manifestazione.

I relatori e i partecipanti hanno esortato le donne ad andare a votare. Inoltre hanno intimato di incoraggiare i membri del Congresso a sospendere il processo di conferma della Barrett alla Corte Suprema.

New York sospende un matrimonio che prevedeva 10 mila invitati

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha riferito che i funzionari di New York hanno sospeso gli inviti a un matrimonio che contava quasi 10 mila partecipanti. La decisione è dovuta alla pandemia in corso.

Il commissario statale per la salute Howard Zucker ha firmato un ordine affermando che non si può tenere un matrimonio con tutti questi ospiti, in quanto si violerebbero le regole anti-covid della Stato.

Durante questo briefing, Cuomo ha anche annunciato una nuova strategia per combattere il Covid-19 in autunno e in inverno.

Altre notizie del 18 ottobre

Rovinato un cartello a Houston che pubblicizzava Trump

Il presidente Trump aveva esposto un cartello che pubblicizzava la sua rielezione a Houston, Texas, in un quartiere per gran parte ispanico. Il cartellone raffigurava il Presidente.

Il cartellone pubblicitario è stato vandalizzato. Sotto la scritta Trump è stata aggiunta la frase “Portatelo in prigione”.

Trump ritwitta ancora teorie di cospirazione QAnon

Il presidente Trump ha nuovamente ritwittato un’infondata teoria di complotto di QAnon, secondo cui Osama Bin Laden sarebbe ancora vivo.

Questa mossa del Presidente, a meno di tre settimane dalle elezioni, potrebbe allontanare sempre di più le forze armate da lui, dopo che aveva anche denigrato i soldati morti in guerra e che aveva suggerito di aver contratto il coronavirus dalle famiglie dei Gold Star.

Gli osservatori militari affermano che la propensione di Trump a ritwittare materiale sospetto su un’operazione militare non lo aiuterà di certo a riconquistare il sostegno delle forze armate.

Trump contro gli alleati chiave del GOP

Il presidente Trump, a poco più di due settimane dalle elezioni presidenziali, che lo vedono molto indietro nei sondaggi, ha pubblicamente rimproverato alcuni dei suoi più stretti alleati del partito repubblicano.

Ha infatti espresso la sua frustrazione contro il procuratore generale William Barr e il segretario di Stato Mike Pompeo. Questi sarebbero accusati di aver fallito nel trovare azioni illecite tra i suoi avversati politici.

Poi si è scagliato contro il segretario del Tesoro Steven Mnuchin, accusandolo di non essere riuscito a trovare un risultato per i colloqui con la speaker Nancy Pelosi per trovare un accordo sugli aiuti covid. Ha quindi affermato che Mnuchin si è arreso alla Pelosi.


Repubblicani prendono le distanze da Trump


Pena capitale federale per donna disabile

Dopo che l’amministrazione Trump ha reintrodotto le esecuzioni federali, una donna con problemi mentali potrebbe essere giustiziata negli USA nei prossimi giorni.

La donna, Lisa Montgomery, era stata condannata alla pena capitale per omicidio e sequestro di persona nel Missouri. Aveva strangolato a morte Bobbi Jo Stinnett, incita di otto mesi, e le aveva aperto l’addome per “rubarle” il bambino.

Secondo gli avvocati della Montgomery, la donna sarebbe mentalmente incapace per le percosse che aveva subito da bambina.

L’iniezione letale dovrebbe avvenire nel centro di detenzione dell’Indiana l’8 dicembre.

18 ottobre: Biden ottiene l’appoggio del quotidiano portoricano

Il candidato presidenziale democratico Joe Biden ha ottenuto il sostegno da El Nuevo Día, il più grande quotidiano portoricano, mentre corteggia gli elettori latini prima delle elezioni. 

L’editoriale, intitolato “Il piano di Joe Biden per Porto Rico“, accusa l’amministrazione Trump di aver “mostrato un’elevata disattenzione, disprezzo e pregiudizio contro il popolo portoricano”. 

Il quotidiano poi publicizza il piano di Biden per Puerto Rico dicendo: “Biden ha promesso di dare a Porto Rico la stessa idoneità al Programma di assistenza nutrizionale supplementare (SNAP) di cui godono oggi gli stati. Ciò rappresenterebbe circa 700 milioni di dollari in più all’anno, in aggiunta ai fondi ricevuti per il Programma di assistenza nutrizionale (PAN, per il suo acronimo spagnolo) “.

Commenti