USA Breaking news del 17 novembre 2020

Ecco le ultime notizie dagli Stati Uniti del 17 novembre 2020

0
298
27 novembre
USA Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 17 novembre, ci giungono nuove notizie dagli USA.

Last news del 17 novembre

Cuomo attacca nuovamente Trump

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha affermato che i media passano troppo tempo a cercare di capire il Presidente.

Ha inoltre attaccato Trump sulle sue parole sulla distribuzione del vaccino a New York. Trump, infatti, non vorrebbe distribuire allo Stato le dosi del vaccino contro il coronavirus.

Il governatore ha detto che, secondo lui, il presidente Trump non ha intenzione di non dare il vaccino al suo Stato, ma lo afferma soltanto per meschina malizia.

Cuomo ha detto: “Oh, è solo Trump che parla. Francamente penso che passiamo troppo tempo a cercare di capire il bizzarro mondo di Trump. Non gli piace che io lo critica, non gli piace che io gli tenga testa. È un tipico bullo e questo lo infastidisce. La mia paura è che stia commettendo ogni errore che ha fatto quando il Covid è arrivato per la prima volta”.

Trump pronto a nuovo ritiro delle truppe in Afghanistan e Iraq

Il presidente Trump si starebbe apprestando a ordinare un ulteriore ritiro di soldati da Afghanistan e Iraq prima di lasciare l’incarico di Presidente USA.

Il Pentagono ha divulgato ai comandanti un ordine di avvertimento perché inizino a pianificare la riduzione del numero di militari a 2500 in ciascun Paese entro il 15 gennaio.

Attualmente, i soldati statunitensi in Afghanistan sono 4500, mentre in Iraq 3000.

Biden: “Prima avremo transizione, prima avremo vaccino anticovid”

Il presidente eletto Joe Biden, parlando dal suo Delaware, ha dichiarato: “Prima avremo un piano per la transizione nella guida degli USA, prima potremo andare avanti sulla strada del vaccino contro il coronavirus”.

Biden ha inoltre attaccato il presidente Trump per la sua scarsa collaborazione del processo di transizione. Ha detto: “Sono speranzoso che Donald Trump diventi leggermente più assennato”.


Biden contro Trump: sta ostacolando processo di transizione


Nevada primo Stato con nozze gay nella Costituzione

Il Nevada è diventato il primo Stato degli USA ad inserire nella sua Costituzione il diritto alle nozze gay, rovesciando un divieto che durava da oltre 18 anni.

La svolta è stata raggiunta grazie ai risultati finali del referendum, che si è svolto il 3 novembre. La norma è passata con il 62% dei consensi.

Altre notizie del 17 novembre

Trump avrebbe voluto lanciare un attacco all’Iran

Secondo quanto riportato dal New York Times, Donald Trump, a due mesi dalla fine del suo mandato, avrebbe sondato i suoi collaboratori la settimana scorsa sulla possibilità di lanciare un attacco militare contro un sito nucleare iraniano.

Secondo il Times, Trump giovedì scorso avrebbe chiesto a diversi suoi collaboratori, tra cui il vicepresidente Mike Pence e il capo di Stato maggiore Mark Milley, se ci fosse la “possibilità” di agire contro questo sito nelle prossime settimane.

I collaboratori avrebbero sconsigliato questa mossa al Presidente, per evitare un conflitto.

Jen O’Malley Dillon diventerà vicecapo del personale di Biden

La responsabile della campagna elettorale del 2020 di Joe Biden, Jen O’Malley Dillon, si unirà all’amministrazione Biden come vicecapo del personale.

La O’Malley Dillon, grazie alle sue capacità, ha portato alla vittoria l’ex vicepresidente, ed è stata la prima donna a far trionfare una campagna democratica.

La CNN riferisce che la donna aveva detto in passato agli amici di non avere alcun desiderio di lavorare alla Casa Bianca. Tuttavia, l’offerta datale da Biden è troppo difficile da rifiutare questa volta.

Infermiera del South Dakota ha espresso frustrazione dopo parole dei pazienti

Un’infermiera del pronto soccorso del South Dakota ha espresso tutto la sua frustrazione per il fatto che molto dei suoi pazienti non credono che stiano morendo di Covid-19.

Jodi Doering è diventata virale sui social media dopo che ha twittato che i suoi pazienti non credono che il virus sia reale mentre stanno per spirare.

La Doering, in un’intervista alla CNN, ha dichiarato: “Non è soltanto un paziente in particolare, ma sono tante persone. Le loro ultime parole prima di morire sono: ‘Non può succedere, non è reale’.”. Ha poi aggiunto: “Dopo tutto quello che sta succedendo, c’è ancora gente che pensa che il covid non sia reale”.

17 novembre: azioni legali di Trump stanno fallendo

La campagna di Trump e i suoi alleati, da quando Joe Biden è stato dichiarato vincitore delle presidenziali, hanno intentato numerose cause contro le presunte frodi elettorali. Ad una settimana di distanza, queste cause sembrano ormai essere un buco nell’acqua.

Ad oggi, queste azioni legali hanno prodotto molto poco per la campagna di Trump in termini di vittorie in tribunale. Inoltre, non hanno portato alla luce alcuna prova credibile che la frode o la manomissione del voto abbiano contaminato le elezioni.

Rick Hasen, professore di Diritto dell’Università della California, ha dichiarato: “Con un numero schiacciante di perdite e ritiri di casi, non c’è modo per a campagna do Trump di ribaltare i risultati in un singolo Stato”.

Leader repubblicani iniziano a riconoscere la vittoria di Biden

I leader repubblicani stanno iniziando a riconoscere pubblicamente che Joe Biden sarà il prossimo presidente USA, voltando pagina dall’era Trump.

I repubblicani al Congresso e perfino un alto funzionario della Casa Bianca hanno iniziato a far riferimento all’imminente cambiamento di amministrazione. Il Consigliere per la Sicurezza Nazionale, Robert O’Brien, ha promesso una transazione professionale del potere, affermando che Biden ha vinto le elezioni.

Il senatore James Risch, presidente della Commissione per le relazioni estere del Senato, ha riconosciuto la vittoria di Biden. Ha detto: “Questa è la mia seconda transizione in cui ci spostiamo da un partito politico a un altro alla Casa Bianca”.

Commenti