USA Breaking news del 13 luglio 2020

Ecco le ultime notizie dagli Stati Uniti del 13 luglio 2020.

0
185
6 agosto
USA Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 13 luglio, arrivano nuove breaking news dagli USA.

Last news del 13 luglio

I contagi covid-19 non diminuiscono negli USA

La Johns Hopkins University ha registrato quasi 60 mila casi nelle ultime 24 ore. I decessi saliti a oltre 135 mila unità.

La situazione più preoccupante è in Florida, dove si sono registrati oltre 15 mila casi in 24 ore.

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha inviato delle scorte di Remdesivir in Florida. Il governatore locale, Ron DeSantis, ha però minimizzato l’aiuto da parte di Cuomo. DeSantis avrebbe invece elogiato il vicepresidente Mike Pence per il suo aiuto con il Remdesivir in Florida.

Incendio su una nave militare americana

Sulla USS Bonhomme Richard, ancorata alla base navale di San Diego, California, si è verificata un’esplosione che ha provocato un incendio.

Diciotto marinai sono rimasti feriti, ma le condizioni non sono gravi.

I vigili del fuoco hanno dichiarato che la nave militare potrebbe andare a fuoco per diversi giorni, sotto la linea di galleggiamento. Hanno inoltre asserito chele cause dell’incidente rimangono ignote.

Un 30enne muore dopo un covid party

Un 30enne che aveva partecipato a un covid party nel Texas è morto.

Il giovane è stato trasportato all’Ospedale Metodista di San Antonio, dove ha perso la vita. Le sue ultime parole a un’infermiera sono state: “Penso di aver commesso un errore. Credevo che il virus fosse una bufala, m non lo è”.


Allarme Covid Party negli USA: premi in denaro per chi si infetta


La Casa Bianca potrebbe licenziare Fauci

Vi è la possibilità che l’amministrazione Trump cacci il virologo Anthony Fauci dalla Task Force Covid-19.

Lo riporta la CNN, che non esclude un possibile licenziamento.

Trump e Fauci non si parlano da settimane, dopo che il Presidente ha criticato il virologo in pubblico, denigrando la sua coordinazione dell’emergenza.

Fauci ha inoltre asserito che risulta impossibile confrontarsi con il presidente Trump se si ha un’opinione differente dalla sua.

Le reazioni dopo la grazia a Roger Stone

L’ex Consigliere Speciale Robert Mueller ha difeso la sua indagine, durata due anni, sulle interferenze russe nelle elezioni 2016.

In una lettera al Washington Post, ha criticato la decisione di Trump di commutare la pena a Roger Stone. Mueller ha infatti dichiarato: “Mi sento in dovere di rispondere sia alle affermazioni secondo cui la nostra indagine era illegittima, sia a quelle secondo cui Roger Stone era vittima del nostro ufficio. L’inchiesta sulla Russia è stata molto importante, alla fine Stone è stato processato e condannato per aver commesso dei crimini federali“.

Inoltre, anche due repubblicani hanno commentato negativamente la grazia di Stone. Il senatore dell’Utah, Mitt Romney, ha descritto la decisione del Presidente come “corruzione storica senza precedenti”. Ha anche asserito: “Un presidente americano ha commutato la sentenza di una persona condannata dalla giuria per proteggere i propri interessi”.

Il senatore della Pennsylvania, Pat Toomey, ha affermato: “Mentre capisco la frustrazione per l’indagine sulla collusione con la Russia, che si potrebbe considerare imperfetta, a mio avviso, commutare la sentenza di Roger Stone è un grave errore“.


Russiagate – Trump concede la grazia all’ex consigliere Roger Stone

Commenti