USA 2020 – Ecco i Candidati alla presidenza contro Trump

0
515
elezioni USA 2020

Le “selezioni” dei democratici per le elezioni USA 2020 non iniziano ufficialmente fino al 3 febbraio, ma a poche settimane di distanza, la gara è ancora abbastanza affollata. Negli ultimi mesi un discreto numero di politici ha annunciato ufficialmente la propria candidatura (e alcuni hanno già abbandonato).

Ecco ad oggi chi è in corsa per le elezioni USA 2020

I Repubblicani in corsa alle elezioni USA 2020

WILLIAM WELD

Trump affronta l’opposizione del suo stesso partito nella forma dell’ex governatore del Massachusetts William F. Weld. Ha annunciato ufficialmente che stava sfidando Trump per la nomination al GOP a metà aprile.

“È giunto il momento per uomini e donne patriottici in tutta la nostra grande nazione di alzarsi e piantare una bandiera. È tempo di tornare ai principi di Lincoln: uguaglianza, dignità e opportunità per tutti”, ha detto della sua campagna. “Non esiste una causa maggiore sulla terra se non quella di preservare ciò che rende veramente grande l’America. Sono pronto a guidare quella lotta.”

JOE WALSH

Trump viene anche sfidato dall’ex membro del Congresso Joe Walsh, che ora è un conduttore di talk show conservatore. “Amici, ci sto. Non possiamo prendere altri quattro anni di Donald Trump. Ed è per questo che sono candidato al Presidente”, ha scritto Walsh su Twitter. “Non sarà facile, ma il coraggio non è mai facile. Ma insieme, possiamo farcela.”

I Democratici in corsa alle elezioni USA 2020

Sindaco PETE BUTTIGIEG

Pete Buttigieg, un veterano della Marina e l’attuale sindaco di South Bend, Indiana, ha annunciato il lancio di un comitato esplorativo presidenziale il 23 gennaio pubblicando un video su Twitter.


Alla domanda sulle sue qualifiche per candidarsi alla presidenza, Buttigieg ha dichiarato: “Ho più esperienza del governo di Trump, più esperienza esecutiva del vicepresidente Pence e più esperienza militare dei due messi insieme”.

SENATORE AMY KLOBUCHAR

La senatrice del Minnesota Amy Klobuchar ha annunciato ufficialmente la sua candidatura in una tempesta di neve il 10 febbraio.
“Sono davanti a te come nipote di un minatore di minerale di ferro, figlia di un insegnante e giornalista, la prima donna eletta al Senato degli Stati Uniti dallo Stato del Minnesota, per annunciare la mia candidatura a Presidente degli Stati Uniti”.

REPPRESENTANTE TULSI GABBARD

Tulsi Gabbard, democratica alle Hawaii, ha annunciato il suo piano l’11 gennaio, “Ho deciso di correre e farò un annuncio formale entro la prossima settimana”, ha detto alla CNN in una clip che è stata presentata in anteprima l’11 gennaio. Quel giorno, ha anche twittato un link al sito web della sua campagna insieme al messaggio “Quando stiamo insieme, uniti dal nostro amore reciproco e per il nostro paese, non c’è sfida che non possiamo superare. Ti unirai a me? # TULSI2020 ”

SENATRICE ELIZABETH WARREN

Il 31 dicembre 2018, la senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren è diventata la prima grande candidata democratica ad annunciare che stava formando un comitato esplorativo. “Ogni persona in America dovrebbe essere in grado di lavorare sodo, giocare secondo lo stesso insieme di regole e prendersi cura di se stessa e delle persone che amano”, ha scritto su Twitter in un post accompagnato da un video. “Questo è ciò per cui sto combattendo, ed è per questo che sto lanciando un comitato esplorativo per il presidente.”

JOHN DELANEY

L’ex rappresentante del Maryland, la stratega per la campagna di John Delaney, ha annunciato ufficialmente la sua intenzione il 28 luglio 2017, con un pezzo sul Washington Post.
“Il popolo americano è molto più grande della somma dei nostri partiti politici. È tempo per noi di elevarci al di sopra della nostra politica rotta e rinnovare lo spirito che ci ha permesso di raggiungere l’apparentemente impossibile”, ha scritto. “Questo è il motivo per cui cerco la nomination democratica per il presidente degli Stati Uniti”.

ANDREW YANG

Yang è un imprenditore che ha annunciato la sua candidatura all’inizio dello scorso anno. “Stiamo vivendo il più grande cambiamento tecnologico ed economico nella storia umana. Abbiamo bisogno di un modo per aiutare milioni di americani a passare attraverso questo periodo e un reddito di base universale è il modo migliore ed efficiente per farlo”, afferma nel suo primo video della campagna. “Credo di avere la visione, le priorità e i valori giusti per migliorare la vita di milioni di americani”.

JOE BIDEN

Dopo molte speculazioni, l’ex vicepresidente ha annunciato ufficialmente la sua candidatura il 25 aprile con un video condiviso sui social media. “È in gioco tutto ciò che ha reso l’America America”, afferma nella clip. “Ecco perché oggi sto annunciando la mia candidatura a Presidente degli Stati Uniti.”

TOM STEYER

Il 9 luglio Tom Steyer ha annunciato la sua candidatura con la pubblicazione di un video su Twitter.

La clip è arrivata con diversi tweet di accompagnamento, uno dei quali recitava: “Quando ci riuniamo, non possiamo mai essere sconfitti. Possiamo sistemare la nostra democrazia e assicurarci che funzioni per TUTTI gli americani. Possiamo eleggere nuovi leader a livello locale e livello federale. Possiamo riprendere il Senato. Ma possiamo farlo solo insieme. “

SENATORE BERNIE SANDERS

Il senatore Bernie Sanders, che è arrivato secondo nelle primarie democratiche nel 2016, ha annunciato di essere di nuovo candidato alla presidenza. Ha condiviso la notizia in un’intervista esclusiva con la CBS il 19 febbraio.
Durante la sua conversazione con il giornalista John Dickerson, a Sanders è stato chiesto cosa fosse diverso questa volta. “Vinceremo”, ha detto. “Lanceremo anche ciò che penso non abbia precedenti nella storia americana moderna e che è un movimento di base, John. Per gettare le basi per trasformare la vita economica e politica di questo paese”.
In ottobre, Sanders ha avuto una procedura cardiaca per un’arteria bloccata e la sua campagna ha annunciato che annullava eventi e apparizioni “fino a nuovo avviso”, ma era tornato sul palco del dibattito il 15.

MICHAEL BLOOMBERG

Un concorrente in ritardo nella gara, Michael Bloomberg ha annunciato ufficialmente la sua candidatura il 24 novembre. “Sto cercando il presidente per sconfiggere Donald Trump e ricostruire l’America”, ha scritto su Twitter. “Credo che la mia serie unica di esperienze nel mondo degli affari, del governo e della filantropia mi consentirà di vincere e guidare”.

MICHAEL BENNET

Il democratico del Colorado Michael Bennet è entrato nella mischia democratica il 2 maggio 2019. Attualmente è senatore senior. “Nel mio primo giorno da presidente, darò la priorità all’ottenimento di denaro dalla politica e al rientro del popolo americano”, ha affermato Bennet.

Commenti