Nell’Oceano Pacifico negli ultimi giorni ha preso vita un uragano chiamato Rosa

L’uragano sfiorando le coste occidentali del Messico centrale ha provocato la morte di decine di persone, ora la sua traiettoria punta verso gli Stati Uniti, in particolar modo la California per poi addentrarsi in Arizona.

L’uragano inizialmente classificato come categoria 4 (su una scala il cui massimo è 5), con venti superiori ai 150 km/h ha perso potenza scendendo a categoria 2.
L’uragano Rosa si stava dirigendo verso la penisola di Baja domenica come una tempesta di categoria 1 con venti sostenuti di 85 mph, ha detto il National Hurricane Center.

Si prevede che l’ uragano Rosa arriverà oggi come una tempesta tropicale, quindi continuerà a spostarsi a nord-est, bagnando gli Stati Uniti sudoccidentali.
Le condizioni potenzialmente pericolose dovrebbero durare fino ad oggi. Alcune onde molto alte sono possibili sulle rive rivolte a sud.
Più di 10 milioni di persone rischiano inondazioni al confine tra Stati Uniti e Messico, lungo la California e l’Arizona, e al nord attraverso l’Utah.

Si prevedono forti piogge in tutta la penisola di Baja e negli Stati Uniti sudoccidentali.

Ci sarà il rischio di inondazioni improvvise e pericolose per la vita del deserto e frane di montagna.

Rosa è ora un uragano di categoria 2, in calo rispetto alla classificzione iniziale a 4 sulla scala che ha un massimo di cinque.

Almeno 11 persone sono morte negli ultimi giorni negli stati della costa del Pacifico messicana di Michoacan e Sinaloa. Altri nove sono disperse.

L’uragano Rosa fotografato dalla Nasa per concentrazione del vapore acqueo:

L’analisi del vapore acqueo dei cicloni tropicali indica ai meteorologi con quanto potenziale si possa sviluppare una tempesta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here