Uno studio associa l’obesità a diversi tipi di cancro

0
501

Il cancro uccide ogni anno 7,6 milioni di persone. Analizzando i dati degli ultimi studi sulle cause del cancro, si è potuto constatare come l’obesità e il sovrappeso siano uno dei principali fattori a scatenare l’inorgenza dei tumori. Il numero delle persone in tutto il mondo che pesano più del normale è aumentato dalle 857 milioni nel 1980 alle 2,1 milioni nel 2013. Inoltre, invece di diminuire, questi dati continuano ad aumentare in maniera preoccupante.

Una ricerca pubblicata dalla rivista medica British Medical Journal ha identificato i tipi di cancro che sono legati all’obesità. La ricerca è stata portata a termine da un gruppo di ricercatori inglesi e diretta da Maria Kyrgiou del Dipartimento Chirurgico e Oncologico del Colleggio Imperiale di Londra. Da questo studio è emerso che l’aumento dell’indice di massa corporea (IMC) di una persona su 5 si associa a un rischio più alto del cancro all’esofago, al midollo osseo, alle vie biliari, al pancreas e ai reni. Lo stesso studio ha riscontrato che un IMC sopra la norma aumenta il rischio di tumore dell’endometrio nella donna e il cancro del colon e del retto nell’uomo.

Per portare a termine questo studio, i ricercatori si sono basati sulla valutazione di 204 casi studiati precedentemente da altri scientifici che avevano ipotizzato anche loro la possibilità di sviluppo di 36 tumori primari nei soggetti affetti da obesità.

Per ogni aumento di 5 dell’indice di massa corporea, il rischio di sviluppare un tipo di cancro aumenta. Le statistiche indicano un 9% per il cancro del colon-retto e fino a un 56% per il cancro alle vie biliari negli uomini.

Nelle donne invece, il cancro al seno in postmenopausa aumenta del 11% per ogni 5 kg di aumento di peso.

Tutti questi dati, risultati di numerose analisi e ricerche, sono comparsi nell’edizione del 28 febbraio della rivista British Medical Journal.

“L’eccesso di peso influisce sul rischio dei tumori gastrointestinali a causa dell’alterazione del livello di insulina e del fomentare l’infiammazione. Il sovrappeso e l’obesità possono inoltre alterare il livello degli ormoni sessuali. Questa sarebbe quindi la spiegazione del cancro al seno e all’endometrio nelle donne”, ha spiegato il dottor Graham Colditz, vicedirettore dell’Istituto della Salute Pubblica e capo del Dipartimento di Scienze della Salute Pubblica nella Facoltà di Medicina dell’Università Privata di Washington in St. Louis.

Una riduzione di peso aiuterebbe a ridurre quindi la possibilità della comparsa del cancro. L’ipotesi è ancora da dimostrare. Tuttavia, Susan Gapstur, vicepresidente del Dipartimento di Ricerca in Epidemiologia della Società Americana contro il cancro (American Cancer Society) ha descritto l’eccesso di peso come una causa importante del cancro e ha dichiarato che le persone che si sottopongono a una chirurgia bariatrica riducono considerevolmente il rischio di tumori.

Anche Paolo Boffeta, direttore associato del centro di prevenzione del cancro dell’Istituto Oncologico Tisch di Mount Sinai, nella città di New York, ha dichiarato che la ricerca dimostrerà presto che non è mai troppo tardi per perdere peso se un soggetto desidera moderare il rischio di ammalarsi di cancro. Inoltre Boffetta ha fatto allusione al fatto che smettere di fumare riduce il rischio di tumori a prescindere da quanto tempo e da quanto si abbia fumato nel corso della propria vita. “Smettere di fumare è buono a qualsiasi età”, ha detto Boffetta. “È molto probabile che con l’obesità avvenga lo stesso”.

 

Commenti