Unknown – un buon thriller fra spionaggio, psicologia e azione

"Unknown - Senza Identità" è un thriller del 2011 che unisce psicologia, spionaggio ed azione. Diretto dal regista di "Orphan", è tutto sommato un buon film.

0
260

“Unknown – Senza Identità” è un film thriller con venature da film di spionaggio e d’azione del 2011. Diretto da Jaume Collet-Serra (regista del celebre Orphan) e sceneggiato da Oliver Butcher e Stephen Cornwell, il film presenta il seguente cast: Liam Neeson, Dianne Kruger, January Jones, Aidan Quinn, Bruno Ganz, Frank Langella ed altri. Si tratta della trasposizione cinematografica del romanzo Fuori di me“, dello scrittore francese Didier Van Cauwelaert.

TRAMA UNKNOWN: Un biotecnologo si reca a Berlino con sua moglie ma, dopo un incidente stradale, va in coma per 4 giorni. Al suo risveglio, egli scopre che un altro uomo ha assunto la sua identità e che sua moglie gli regge il gioco: tutto sembra indicare che lui sia impazzito dopo un incidente e che creda di essere qualcun altro, tant’è che per un po’ perfino lui si convince di questa narrazione dei fatti. Quando, però, qualcuno cerca di ucciderlo, lo scienziato capisce di essere dalla parte della ragione e cerca in tutti i modi di riappropriarsi della sua vita…

Guarda il film in Unknown-Senza Identita’

Valutazione del film Unknown – Senza Identità

“Unknown – Senza Identità” è un film molto ben fatto dal punto di vista tecnico, con una trama solida ed arricchita di molto materiale che può risultare utile per l’intrattenimento: scene d’azione molto spettacolari e concitate, inseguimenti molto efficaci, flashback messi in scena con una tecnica di regia semplicemente favolosa ed un approfondimento della psicologia e delle dinamiche di spionaggio che non può non incantare lo spettatore medio. I colpi di scena che si hanno nell’ultima mezz’ora sono davvero ottimi, riescono a sconvolgere completamente la vicenda a cui si ha assistito, a generare una chiave di lettura a cui non si aveva minimamente pensato prima. Certo, sotto certi punti di vista si può parlare tranquillamente di “plot twist” ma, vista l’importanza data al fattore spionaggio ed alcuni elementi che apparivano inizialmente inspiegabili, in questo caso il cambio repentino di direzione non infastidisce più di tanto lo spettatore.

Gone – Scomparsa: quando la vittima si sostituisce alla polizia

La recitazione dei vari attori coinvolti in “Unknown” è molto buona, riescono ad trasporre alla perfezione sullo schermo il mondo dello spionaggio senza però dimenticare di lasciare a tutti un barlume di emozioni e storia umani: un fattore indispensabile per non creare l’ennesimo film di spionaggio uguale a mille altri. Ottime anche regia, sceneggiatura e fotografia: in particolare la sequenza iniziale è visivamente molto bella. L’unico difetto che si può trovare all’opera è una lunghezza forse eccessiva, che si perde in sequenze che sarebbero potute durare di meno senza che l’opera ne perdesse in phatos e spettacolarità. Ciononostante, si tratta comunque di un film che vale la pena vedere, capace di riproporre temi noti al grande pubblico ma in una chiave del tutto originale che riesce a sorprendere ed intrattenere senza difficoltà. Da sottolineare, infine, che il film mette in scena anche un pezzo di storia tedesca ed europea che non dovremmo dimenticare e riflessioni velate su un tema molto attuale: l’immigrazione.

Di seguito il trailer di “Unknown – Senza Identità”. Il film è disponibile in streaming su Rauken TV, Infinity, TimVision, Chili, iTunes, Google Play, YouTube ed altre piattaforme.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here