Università di Cambridge: lezioni annullate fino all’estate 2021

L’Università di Cambridge, icona britannica simbolo di eccellenza accademica, ha annullato qualsiasi lezione in presenza anche per tutto il prossimo anno accademico. La decisione dell’ateneo ha destato non poche preoccupazioni nel Regno Unito.

0
107

Mentre l’Italia sembra iniziare a vedere un ipotetico barlume di luce alla fine del tunnel, l’Inghilterra combatte ancora in prima linea il diffondersi del Coronavirus. Il Paese, primo in Europa per numero di decessi causati da Covid-19, è tuttora attanagliato nella morsa del lockdown. La ripresa delle attività scolastiche e commerciali è in discussione. Anche il secolare ateneo britannico, l’Università di Cambridge, si è espresso in merito, annunciando che non saranno effettuate lezioni in presenza anche per tutto il prossimo anno accademico.

Quando è previsto terminare il lockdown britannico

uk-lockdown

Il portavoce dell’ateneo ha comunicato che il distanziamento sociale è essenziale in questa fase di emergenza sanitaria. Fino all’estate 2021 le lezioni continueranno ad essere seguite in modalità online con l’eventualità da parte dell’ateneo di organizzare workshop, lezioni e seminari in presenza, solo ed esclusivamente per piccoli gruppi di partecipanti. Il portavoce dell’Università di Cambridge non smentisce che la situazione potrebbe essere rettificata, a seconda delle misure di restrizione sociale adottate dal governo britannico.

La decisione ha scatenato non poche polemiche. Molti studenti interessati ad iscriversi presso l’ateneo potrebbero rinunciare, causando una perdita notevole dell’indotto proveniente dalle costosissime rette (circa 9mila sterline all’anno).

“Una decisione ridicola”

Secondo lo stimato Primario Oncologo Professor Karol Sikora, ex Direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, laureato anni orsono in Medicina e Biochimica all’Università di Cambridge, con questa decisione l’ateneo si sta arrendendo al potere del virus. Il professor Sikora, con un video ai microfoni di LBC News e un Tweet accusa l’eccellenza del sistema britannico universitario di un atteggiamento remissivo nei confronti dell’emergenza sanitaria in corso. Secondo l’ex Direttore OMS, una “decisione ridicola” da parte dell’ateneo, che non venne chiuso nemmeno durante i terribili anni della seconda guerra mondiale. “Gli studenti pagano rette altissime e devono usufruire di tutta l’offerta accademica a loro riservata.”

Prof.Sikora a LBC News

Il Prof. Sikora, è anche un fedele sostenitore della teoria che il virus si estingua prima che venga sviluppato il suo vaccino. Seconda il Primario, la popolazione mondiale potrebbe aver già raggiunto un’immunità al virus più alta di quanto realmente stimato. Di parere contrario la maggioranza di ricercatori e scienziati che vedono il vaccino come unica grande speranza per eliminare il Covid-19.

Se la tesi dello stimatissimo Professor Sikora dovesse avverarsi, anche per l’Università di Cambridge potrebbe prendere nuovamente corpo la speranza di un ritorno alla tradizionale vita accademica, feste universitarie incluse.

Commenti