Università della Georgia: sviluppata sostanza adesiva che ripara danni al cervello

0
386
Sostanza collante

Negli ultimi tempi la scienza ha fatto passi da gigante. Secondo ciò che ci suggerisce Sciences Advances, un gruppo di ricercatori della Georgia ha messo a punto un particolare gel che funzionerebbe come una sostanza collante. Ma che cosa significa? Ebbene pare che i soggetti che hanno subito gravi traumi, possano essere trattati con questa specifica sostanza.

Innovazione scientifica: una sostanza collante?

Se fino a poco tempo fa, la scienza, brancolava nel buio più totale per ciò che concerneva lo studio del cervello, si è riscattata in modo ingente con una particolare sostanza che si presenta sotto forma di gel. Un gruppo di ricercatori dell’Università della Georgia ha infatti attuato un particolare studio che ha avuto un risvolto estremamente importante per la cura delle lesioni cerebrali. Fino ad oggi, non si era considerato nulla di tale entità, ma da quanto asserito, nella fattispecie, il gel funzionerebbe da sostanza collante. Come una colla che rimette insieme i piccoli pezzi della nostra esistenza, la scienza fa un ulteriore passo avanti verso una cura sostanziale.


Lotta ai tumori: ultime scoperte! trovata una nuova arma


Un gel che ripara i danni cerebrali

Chiunque si sia trovato nella condizione di avere un brutto incidente e, aver riportato delle lesioni cerebrali importanti, potrebbe vederle riparate con questo nuovo gel. La funzione che mira ad attuare è quella di proteggere dalla perdita di tessuto cerebrale, ma non solo. Questa nuova sostanza, potrebbe altresì consentire una ripresa delle attività cerebrali dell’area coinvolta da gravi problematiche. Un video esplicativo fa comprendere al meglio l’azione che svolge questa sorta di colla. Infatti, nella zona applicata è possibile vedere una crescita di vasi sanguigni e neuroni. In assenza del collante, tale zona resterebbe “arida”, vale a dire vuota. Ma ancor più importante è la possibilità di recupero cerebrale che ne sovviene dall’utilizzo di questo gel. Insomma, si tratta di una scoperta entusiasmante e significativa.