United Airlines e i voli supersonici commerciali

0
702

La compagnia aerea, che prevede di acquistare aerei da Boom Supersonic, una start-up, potrebbe diventare la prima ad offrire voli commerciali ultraveloci da quando il Concorde ha smesso di volare nel 2003. I voli supersonici potrebbero tornare grazie alla United Airlines.

I voli supersonici: quando sono iniziati e perchè sono finiti?

L’era dei voli supersonici commerciali si è conclusa quando il Concorde ha completato il suo ultimo viaggio tra New York e Londra nel 2003. Ma il fascino dei viaggi aerei ultraveloci non si è mai spento del tutto. Il presidente Biden ha parlato di voli supersonici quando ha discusso il suo piano per le infrastrutture in aprile. E giovedì, United Airlines ha detto che stava ordinando 15 jet che possono viaggiare più velocemente della velocità del suono da Boom Supersonic, una start-up di Denver. La compagnia aerea ha detto che aveva un’opzione per aumentare il suo ordine fino a 35 aerei.

Quando potremo salire sui voli supersonici?

Boom, che ha raccolto 270 milioni di dollari da società di venture capital e altri investitori, ha detto che ha previsto di introdurre gli aerei nel 2025 e iniziare i test di volo nel 2026. Si aspetta che l’aereo, che chiama Overture, possa trasportare passeggeri prima della fine del decennio. Ma i piani della start-up sono già slittati almeno una volta, e dovrà superare molti ostacoli, tra cui ottenere l’approvazione della Federal Aviation Administration e dei regolatori di altri paesi. Anche i produttori affermati sono inciampati quando hanno introdotto aerei nuovi o riprogettati. Il 737 Max della Boeing è rimasto a terra per quasi due anni dopo due incidenti.

La posizione di United Airlines

L’accordo è l’ultimo tentativo di United di posizionarsi come un risk taker che scuote un’industria che si sta appena rimettendo in piedi dopo una pandemia devastante. La compagnia aerea ha annunciato un investimento di 20 milioni di dollari in un taxi aereo elettrico start-up, Archer, nel mese di febbraio, e sta lavorando su un “tamburo costante” di più tali scommesse, ha detto Michael Leskinen, che dirige lo sviluppo aziendale a United. “Siamo davvero fiduciosi nel futuro“, ha detto Leskinen. “L’aerospaziale richiede molto tempo per innovare. E così, se non si inizia a impostare queste opportunità ora, le si perde”. United e Boom non avrebbe rivelato i dettagli finanziari, compreso il costo di ogni aereo, ma il signor Leskinen ha detto che l’economia dovrebbe essere circa lo stesso di un nuovo Boeing 787, un aereo a fusoliera larga che le compagnie aeree in genere usano sulle rotte internazionali. United si è impegnata a comprare gli aerei se Boom riesce a produrli, ad assicurarsi le approvazioni normative e a colpire altri obiettivi, come soddisfare i suoi requisiti di sostenibilità. Boom prevede anche di fare aerei per Japan Airlines, un investitore della società.


L’ultimo volo di un Concorde dell’Air France nel 2003


Perchè hanno smesso di usare i voli supersonici?

Ciò che non è chiaro è se Boom ha risolto i problemi che hanno costretto British Airways e Air France a smettere di usare il Concorde sui voli transatlantici: costi elevati, problemi di sicurezza e domanda in calo. “Non c’era interesse da parte delle compagnie aeree“, ha detto Henry Harteveldt, un analista e consulente dell’industria dei viaggi, sul perché i voli supersonici languissero. “E una grande parte della mancanza di interesse delle compagnie aeree era che non c’erano motori commercialmente disponibili che avrebbero permesso a un jet supersonico di essere economicamente redditizio“. Due decenni dopo, alcune aziende start-up, tra cui Boom e Spike Aerospace, stanno spingendo avanti con nuovi progetti e piani. Boom, che sta lavorando con Rolls-Royce, il produttore britannico di motori a reazione, ha detto che il suo aereo sarà più efficiente del Concorde; United stima che sarà più efficiente del 75%. Gli aerei di Boom non saranno così rumorosi come il Concorde perché i loro motori creeranno un boom sonico solo quando volano sull’acqua “quando non c’è nessuno a sentirlo”, ha detto l’amministratore delegato di Boom, Blake Scholl, che in precedenza ha lavorato in Amazon e Groupon.

I rischi per l’ambiente

Negli ultimi anni, molte persone sono diventate sempre più preoccupate per il contributo dei viaggi aerei al cambiamento climatico. Si prevede che i jet supersonici utilizzino più carburante dei jet regolari per passeggero e per miglio, secondo gli esperti. Il signor Scholl ha detto che i motori degli aerei di Boom si baseranno interamente sul carburante sostenibile per l’aviazione, che può essere fatto da rifiuti, piante e altre materie organiche. Gli esperti dicono che tale carburante potrebbe ridurre le emissioni, ma la sua fornitura è limitata, è costosa e il suo uso non elimina le emissioni di gas serra. United ha detto che era troppo presto per sapere quanto avrebbe fatto pagare per i voli, che avrebbe eseguito dai suoi hub di Newark e San Francisco per iniziare. Ma un altro grande punto interrogativo sull’aereo è quante persone saranno disposte a spendere le migliaia di dollari che ogni biglietto su un volo supersonico è probabile che costi.