Una copia di Bodhisattva blu in mostra a Tokyo

Un team di ricercatori giapponesi ha recuperato il murale che si trovava accanto di Buddha distrutti nel 2001

0
224
Afghanistan: russi investono in progetti nel settore energetico

Fotografie e modelli computerizzati possono contrastare la perdita del patrimonio storico e artistico in zone di conflitto. Un gruppo di ricercatori giapponesi ha lavorato alla ricostruzione di un murale afghano distrutto nel 2001 dai talebani. L’Università delle arti di Tokyo ha poi presentato la replica di Bodhisattva blu tridimensionale a una mostra. L’esposizione era visitabile tra settembre e ottobre.


Come proteggere il patrimonio culturale in Afghanistan?


Come è realizzata la replica di Bodhisattva blu?

Del dipinto del 7° secolo non si conserva traccia a causa dell’attacco talebano alla valle di Bamiyan in Afghanistan. L’opera rappresenta un Bodhisattva, cioè un adepto che segue l’ammaestramento buddhista, interessandosi agli altri. Si trovava nei pressi delle sculture che gli attentatori hanno abbattuto perché simbolo di una religione diversa dall’islamismo. Per riprodurre il murale il gruppo di ricercatori ha utilizzato alcune fotografie precedenti ai fatti del 2001. Poi ha realizzato un modello computerizzato della pittura su pietra e stampato la forma sul polistirolo. Infine, dipinto la sagoma con una vernice che riprende il colore dei lapislazzuli.

Il recupero di un’opera distrutta dal vandalismo

Il lavoro degli esperti giapponesi ha lo scopo di restituire alla comunità un’opera persa e di combattere la violenza del vandalismo. Un’azione distruttiva contro beni artistici e storici è un gesto di disprezzo nei confronti delle persone che l’hanno realizzata. Pertanto un’aggressione che lede intere famiglie e vanifica gli sforzi di chi l’ha realizzata. Il progetto dell’Università dell’arte di Tokyo utilizza la tecnologia per rendere ancora fruibili le creazioni, salvandole dall’oblio.

In Afghanistan il nuovo Governo tutela il patrimonio

La copia di Bodhisattva riproduce fedelmente l’opera la fattura del murale originale, nel trattamento delle superficie e nel colore. Col ritorno delle truppe in America, il Governo afghano ha cominciato a programmare azioni per promuovere il turismo. Il Giappone è coinvolto negli sforzi di protezione del patrimonio a Bamiyan, considerato uno dei luoghi di nascita del buddismo. L’intenzione è quindi di salvaguardare i beni storici e artistici per farli conoscere.