Una mattina al Museo con il #pisavalderaworkshop

0
512

Ci sono alcuni luoghi che non si possono non visitare almeno una volta nella vita. Il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa è uno di questi. Ospitato nella splendida location della Certosa di Calci, il museo è ricco di cose da scoprire, sia per i più piccoli che per i grandi. Io ho avuto modo di apprezzarne le tante qualità durante il primo PisaValdera Workshop, che mi ha permesso di scoprire questa ed altre splendide realtà di una valle turisticamente ancora poco conosciuta. Vale la pena pensarci per un weekend.

Si resta a bocca aperta davanti alle vasche dell’acquario, dove si possono ammirare pesci di ogni specie e provenienti dalle parti più disparate del mondo. Ma anche la sezione dei cetacei è sorprendente. Un intero padiglione, all’interno del quale vedere le ricostruzioni di balene e balenotteri, tutte ricostruzioni rigorosamente fatte con ossa recuperate da cetacei spiaggiati e conservati dalla nostra madre terra.
Se poi non temete i felini, in questo periodo è presente proprio all’ingresso del museo, una bellissima mostra dedicata a questi stupendi quadrupedi.
Dalla pantera nera, alla tigre, dal leone al leopardo. Una galleria di animali veri trattati per resistere al tempo e conservare la loro magnificenza. Per tranquillizzare gli animalisti sono tutti animali morti per morte naturale, animali che erano in zoo o in centri di recupero. Quindi nessun animale è stato ucciso per questa mostra.
Inoltre la location del museo merita veramente. Immerso nel verde, nella splendida cornice della Certosa di Calci, è un luogo dove poter andare con la famiglia la domenica, per una passeggiata diversa e istruttiva. Un posto dove poter godere dello splendore dell’entroterra toscano, della vista delle colline, che in questo periodo dell’anno sono meravigliose.
Se volete vedere un po’ di foto cercate sui social #pisavalderaworkshop, io e le altre blogger presenti non ci siamo risparmiate.

Credit Photo Pamela Uberti

Commenti