“Una cicogna per la sclerosi multipla”, il nuovo progetto di Onda

0
282
Immagine presa da: http://www.globalmedianews.info/wp-content/uploads/2019/01/cicogna.jpg

In Italia oltre 79.000 donne sono affette da sclerosi multipla1, una malattia cronica e degenerativa che inevitabilmente incide su molti aspetti della vita, tra questi si trova anche la pianificazione familiare.

In passato era sconsigliato alle donne affette da questa patologia di mettere al mondo dei figli. Oggi invece, le evidenze scientifiche dimostrano che è possibile realizzare questo progetto di vita senza creare danni al nascituro e non incidendo negativamente sull’andamento della malattia.

Per contrastare i timori legati alla gravidanza soffrendo di sclerosi multipla1 e per migliorare l’accessibilità ai Centri Clinici Sclerosi Multipla nasce il progetto Una cicogna per la sclerosi multipla, una nuova iniziativa promossa dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, ONDA, con il patrocinio di ASIM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus, e SIN, Società Italiana di Neurologia. A contribuire al progetto anche TEVA, multinazionale farmaceutica.

L’obiettivo è quello di realizzare un network di strutture cliniche che offrono servizi multidisciplinari rivolti ai diversi momenti della vita di una donna, dedicando uno spazio particolare alla gravidanza.

Per accedere al network i Centri Clinici Sclerosi Multipla presenti sul territorio nazionale possono candidarsi compilando un questionario online che ha lo scopo di verificare la presenza di specifici requisiti.

Francesca Merzagora, Presidente Onda, sottolinea il rinnovato impegno dell’associazione nei confronti delle donne e ricorda la cicogna assegnata ai centri clinici permetterà di trovare supporto, assistenza e specifiche competenze nella realizzazione della pianificazione familiare.

Commenti