Un viaggio nella “giungla” dei TERSØ con “Lynch”

0
423

Il 26 novembre è uscito il nuovo singolo dei TERSØ: “Lynch”. Singolo che preannuncia l’uscita del nuovo album “Fuori dalla giungla” in arrivo sulle piattaforme digitali il 22 febbraio 2019. I TERSØ ritornano sulla scena musicale dopo il successo dell’EP “L’altra parte” uscito nel 2017. La band bolognese di fresca formazione (2016), è stata molto apprezzata dalla critica dopo il primo album. Diventati famosi soprattutto per i brani “I semafori in centro” e “Non mi sento”. Nell’ultimo anno hanno aperto i concerti di Frah Quintale in giro per l’Italia.

“Lynch” è il  titolo della nuova canzone.Un titolo eloquente che crea una grande curiosità nell’ascoltatore. Lynch è il riferimento all’omonimo regista David Lynch, che viene citato nella canzone. Il sound pop elettronico del brano racconta di una mattina appena svegli. I suoni sono confusi, tutto intorno è caos ingombrante. La musica è ovattata, racconta la storia dal punto di vista di colui che si sveglia. Il protagonista appare stanco e non ha voglia di ascoltare la “musica” degli altri, dei vicini che urlano, del telefono che squilla. La reazione alla quotidianità è pura noia, raccontata dalle parole che continuano in un eco di continui “niente”.

“Lynch” racconta la vita di tutti i giorni, il malessere di una vita sempre uguale. Il messaggio di questo brano e di tutto l’album vuole essere quello di uscire da questa prigione quotidiana. Si deve uscire da questa “giungla” che ci intrappola, trovando una strada alternativa, forse “verticale” come cita il brano. Ma uscire da questo vortice appare sempre più difficile. E’un circolo vizioso che non finisce mai, le note della canzone sottolineano bene questo stato di perenne vuoto, creando loop continui che smorzano di poco la monotonia.

TERSØ con nove brani raccontano il vuoto di questo mondo, il trascinarsi piano della quotidianità. Ma la voglia di scappare è tanta, la rivoluzione è alle porte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here