Un primavera invernale: venti fino a 100km/h sull’Italia

0
225
Un primavera invernale

Una primavera invernale con vento forte sull’Italia: venti fino a 100 km/h! Anche MILANO in ALLERTA

Una primavera invernale sull’Italia si prepara ad affrontare una vera e propria ondata di maltempo invernale, e tra i protagonisti delle prossime ore ci sarà anche un vento eccezionalmente intenso. La responsabile di questa sensibile svolta meteo è la perturbazione numero 3 di aprile, un intenso fronte freddo in discesa dal gelido Artico, che alla fine di questa giornata di Pasquetta si affaccerà sull’arco alpino per poi travolgere tutto il Paese tra domani e mercoledì.

La perturbazione sarà associata a fredde e intense correnti settentrionali che faranno irruzione dalla notte sull’Italia: un forte vento di Föhn spazzerà le Alpi e il Nord-Ovest, e anche su Mar Ligure, Sardegna e alto Adriatico si rinforzeranno i venti settentrionali. Raffiche particolarmente intense, che potranno anche superare i 70-80 km orari, sferzeranno la Lombardia, il Piemonte e la Liguria.

Tornano freddo e neve con gelate notturne

Rischio gelate notturne a Torino con forte maltempo

Condizioni meteo Bologna burrascoso: rischio neve in città

Imminenti condizioni meteo da pieno Inverno

La Protezione Civile della Regione Lombardia ha già diramato l’allerta fino ad arancione per vento forte:

Fonte: Regione Lombardia

Nella giornata di domani, martedì 6 aprile, un forte vento di Bora soffierà sull’alto e sul medio Adriatico, il Maestrale sferzerà con forza la Corsica e la Sardegna, mentre la Tramontana insisterà sulla Liguria. Sono attese raffiche di burrasca che potranno superare gli 80 km orari, e nelle zone più esposte ci sarà il rischio di registrare anche violente raffiche di tempesta che potranno anche raggiungere o localmente superare la soglia dei 100 km orari. In particolare, il vento più forte è atteso sulla Sardegna e sull’alto Adriatico.

Tutti i mari saranno molto mossi o agitati, con l’eccezione solo del basso Adriatico. Risulteranno fino a molto agitati il mare di Corsica e quello di Sardegna. Le coste più esposte dell’Adriatico, del Tirreno e sul settore nord-occidentale della Sardegna rischiano di essere sferzate da forti mareggiate, con onde che soprattutto a ovest dell’isola potranno raggiungere i 4 metri di altezza.