FIRENZE- Un libro, una cura: la Piccola Farmacia Letteraria apre a Firenze

La lettura come terapia è stata spesso consigliata, Elena Molini ha trasformato un consiglio in pratica: è lei l’ideatrice della Piccola Farmacia Letteraria, inaugurata l’8 dicembre 2018, in Via di Ripoli, 7 rosso, a Firenze, nel quartiere di Gavinana.

“Sei triste? Sei appena uscito una storia d’amore disastrosa? Devi superare un momento difficile? Ora la cura la trovi nella nuova libreria La Piccola Farmacia Letteraria”: è stato il testo che ha contribuito ad attrarre speranzosi e scettici nell’originale libreria.

Una cura per ogni malanno

Elena Molini, 35 enne, è una libraria che, dopo aver collaborato e lavorato per molte catene di grandi librerie, è stata illuminata dall’idea di un’iniziativa fuori della regole.

Ha trascorso la sua esistenza tra vita reale e quella raccontata dai libri, trovando in questi ultimi delle alternative assenti nella realtà concreta.

Di qui l’ideazione di un catalogo che contiene per ogni patologia un rimedio. Per ogni emozione una soluzione. Ogni libro è dotato di un vero e proprio bugiardino, a pari di un reale medicinale. Un foglio illustrativo da leggere attentamente, per individuare la cura più adatta e non intercorrere in effetti collaterali, seppur tutti positivi.

Naturalmente non tutti sono esperti nel settore, per questa ragione la libraia sarà disponibile per consigliare il libro da prendere. Per coloro che invece si ritengono capaci di consigliare un libro-cura, Elena ha lanciato un’ulteriore iniziativa: muniti di carta e penna, sarà possibile scrivere un bugiardino per un determinato libro, perché un medicinale può sempre migliorare i propri effetti curativi.

Elena sa quali libri consigliare poiché, arteficie dei bugiardini, ha letto i testi recensiti. Amore, felicità, lusso, depressione, viaggi ed ambizione, per ogni stato d’animo, grazie all’aiuto della sorella psicologa, la libraia ha creato un percorso di guarigione, individuabile tra più di 60 categorie.

La varietà della clientela: da vicino e lontano

Mi sono resa conto che le persone cercavano libri per trovare risposte o conforto in base a quello che stavano vivendo: c’era chi usciva da un amore travagliato, chi amava e non era corrisposto, chi cercava qualcosa che lo facesse sorridere in un periodo buio e chi semplicemente chiedeva consiglio su cosa leggere. Io – spiega Elena – ho colto la domanda e mi sono chiesta come poter rispondere, così è nata la Farmacia”. 

La libreria è divenuta un covo di ritrovo per le giovani donne vittime delle pene d’amore, per coloro che ricercano la propria autostima dopo una delusione. Tra i clienti vi è chi, attratto dalla trovata di Elena, vorrebbe riprendere il cammino della lettura. La libraia vede anche molti uomini che, solitamente sperduti, cercano libri che trattino di viaggi spiriturali e pieni di avventure

“Non consiglio quasi mai lo stesso libro, o meglio, il libro che consiglio va in base alla storia che chi entra dalla porta mi racconta”.

Il successo inaspettato

Firenze è già una meta amata dal mondo e dagli italiani, l’apertura della Piccola Farmacia Letteraria, dunque, non poteva passare inosservata. “Non mi aspettavo tutto questo successo mediatico – racconta – pensavo di rimanere un’attività di quartiere. Sono felice che la mia idea sia piaciuta e stia piacendo”– racconta Elena.

Un successo inaspettato che l’ha costretta a prendere misure di sicurezza, a mettere il copyright sui bugiardini: “mi sono arrivati alcuni messaggi strani su Facebook e prima di rischiare di perdere tutto il mio lavoro mi sono voluta tutelare”.

“I più lontani venivano da Trieste, Venezia, Spoleto, ma anche Bologna e Livorno. In molti mi scrivono per avere informazioni su come comprare i miei libri e allora ho deciso di aprire anche un e-commerce, sarà attivo tra circa 20 giorni. Elena darà anche la possibilità di compliare un questionario, in modo tale che, attraverso tre opzioni, la libraria potrà centrare il problema e spedire la soluzione.

La creatività non ha limite

Dalla lettura deriva un’incredibile capacità d’immaginazione: Elena probabilmente proprio dai racconti letti ha appreso la sua immensa creatività.

Offerte, promozioni ed incentivi: l’usato garantito consiste nel riportare indietro un testo entro un mese, ricevendo in cambio sconti e promozioni. Il libro restitutito sarà naturalmente acquistabile ad un costo minore.

Originale è il cosidetto “Gioco dell’oca“: per ogni libro, se ne suggeriscono tre, in base all’elemento che più è piaciuto.
Funziona come un algoritmo di quelli che usa Amazon per consigliare altri acquisti, ma questo è fatto da una persona

DA GREEN ME:

Quali sono le cure da lei suggerite?

“Per una crisi adolescenziale ti propongo Jack Frusciante è uscito dal gruppo‘ di Enrico Brizzi perché è un libro che parla di amore, dei primi turbamenti, l’amico che entra nel tunnel della droga e altre tematiche legate ai giovani. Per l’amore non corrisposto abbiamoLa principessa che credeva nelle favole‘ di Marcia Grad Powers un manualetto su come liberarsi dal principe azzurro, un saggio divertente che ti spiega gli errori che spesso facciamo idealizzando la persona che abbiamo davanti e su come smontarlo. Oppure se vogliamo andare sul romanzo abbiamo il libro di Susanna Casciani Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore in cui la protagonista nonostante le varie vicissitudini amorose che l’hanno fatta soffrire si rimette in gioco e quindi c’è un messaggio positivo“.

Soluzioni letterarie per problemi reali” è il motto e l’obiettivo della libreria. Leggere e sentirsi meglio, il tutto casomai gustando un caffé nel piccolo spazio adiacente al locale, in collaborazione con la Caffetteria OZ.


Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here