Umbria: fra gusto e tradizione gastronomica

0
209

L’Umbria è una delle regioni più ricche di fascino di tutta Italia. Anche un piccolo tour gastronomico, qui, può essere un’esperienza incredibile.

4 ristoranti in Umbria, quali?

Questi suggerimenti vengono dall’inviata del magazine online Dailyfood, che ha provato quattro ristoranti in tre diverse zone dell’Umbria. Il tour gastronomico è partito dal Lago Trasimeno.


Umbria: è l’olio l’oro giallo più prezioso della regione


L’Acquario, a Castiglione del Lago

Il ristorante L’Acquario, nel borgo di Castiglione del Lago, si trova nella guida Slow Food ed è specializzato nella cucina di pesce d’acqua dolce. Il primo piatto da provare è L’assaggio di lago, un antipasto che riunisce più assaggi della cucina lacustre umbra: il carpaccio di luccio, la mousse di tinca, il caviale del Trasimeno, l’anguilla marinata. Un altro piatto da non perdere sono gli gnocchetti di patate con porri e luccio (rigorosamente fatti in casa).

Il Roccafiore, a Todi

Più a sud troviamo Todi, e il resort con ristorante Il Roccafiore, che possiede anche una sua vigna. I piatti di punta qui sono sicuramente i tortelli di piccione con crema di parmigiano ed erba di San Giovanni, i fiori di zucca con ripieno di patate di Colfiorito e la scamorza con tartufo su crema di zucchine. Dalla vigna di Roccafiore sono in vendita anche i vini prodotti nell’azienda.

Borgo Santa Cecilia, tra Gubbio e Umbertide

Il Borgo Santa Cecilia è una tenuta con ristorante e camere, in un luogo dell’Umbria che non ha bisogno di presentazioni. La specialità del ristorante sono i salumi prodotti sul posto, che sarà possibile acquistare insieme ad una serie di sughi e creme. Il piatto forte a tavola è sicuramente l’antipasto Umbria, che comprende una corona di fegato, mousse di fichi e castagne.

Lillero, a Terni

La trattoria Lillero si trova nel centro di Terni, città conosciuta principalmente per la sua acciaieria. I piatti forti sono gli gnocchetti alla collescipolana, il bambolotto alla Lillero e il tortino di verza e patate su crema di Parmigiano, oltre alla nutrita carta dei vini.