Umbria: è l’olio l’oro giallo più prezioso della regione

Con la guida di Repubblica "Olio d'Italia - Umbria", alla scoperta del territorio e dei luoghi dove gustare e acquistare olio. Con un'elenco di frantoi, casolari e agriturismi

0
511
Umbria è l'olio

Per i popoli del bacino del Mediterraneo l’oro giallo più prezioso è l’olio, quello dell’Umbria è uno dei più buoni d’Italia. Tra le Guide di Repubblica è disponibile la nuova collana “Olio d’Italia- Umbria”. Un viaggio alla scoperta dell’alimento che non può mancare sulle tavole degli italiani. Un viaggio alla scoperta di un territorio. L’Umbria con le sue eccellenze, in questo caso l’olio e i suoi itinerari alla scoperta del gusto, con il suo patrimonio olivicolo. Inoltre, la guida di Repubblica dà consigli sui luoghi, sulle dimore e gli agriturismi dove assaporare il nettare dorato. Ovviamente il tutto sarà, anche, una full immersion nella cultura gastronomica umbra.

Perchè l’olio in Umbria è così buono?

Sono tanti i fattori che concorrono a creare un’eccellenza in fatto di olio. Nel nostro caso, l’olio extravergine d’oliva “Umbria” ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta(DOP) in tutta la regione. Cosa rende l’olio umbro così particolare? Sicuramente saranno i terreni delle colline, abbastanza permeabili da favorire l’assorbimento delle sostanze nutritive alle radici degli alberi. Anche le condizioni climatiche sono importanti, danno un contributo alla maturazione lenta delle olive. Infine, la raccolta fatta nel momento giusto è fondamentale, così come la lavorazione al frantoio, fatta in più riprese. Questi ultimi fattori contribuiscono a dare un’acidità molto bassa al prodotto finito. Ecco perchè il sapore e la fraganza dell’olio dell’Umbria risulta fruttato e con delle note leggere che tendono all’amaro.

Scopriamo gli itinerari della guida “Olio d’Italia- Umbria” di Repubblica

La guida non tralascia nessun territorio dell’Umbria, dal suo itinerario. Per ogni zona la guida consiglia dove mangiare, dove pernottare in casolari o agriturismi immersi tra gli uliveti. La guida alla scoperta dell’olio in Umbria non trascura niente, ci sono le indicazioni per visitare le sagre dell’olio, i consigli per le coltivazioni e tutte le curiosità sull’oro giallo della cucina italiana. Da Assisi a Spoleto, zona molto importante per la produzione agricola tanto da essere protetta dalla Fao. Qui la guida di Oli d’Italia ci porta a conoscere l’agriturismo Nizzi e il suo casolare, dove degustare olio e prodotti locali. Poi alla scoperta del territorio di Foligno, Trevi, Manciano, Campello sul Clitunno dove s’incontra l’Azienda agraria Gradassi, tra le più antiche in Umbria, che produce olio da 100 anni. Praticamenti quasi tutti i comuni delle province di Terni e di Perugia sono presenti nella guida.


Lavanda in Toscana e l’Azienda Agricola Cantini Raffaele


Guida da acquistare e territorio da visitare

Insomma, i luoghi sono tanti e pure le aziende da visitare, dove gustare, comprare e anche -perchè no?- partecipare alla raccolta delle olive. Questa guida ci porta attraverso un percorso di gusto e di sapori a riscoprire le tradizioni legate all’olio di una regione che nel cuore dell’Italia racconta e racchiude tanti tesori.