Umberto Vattani, l’eccellenza della diplomazia italiana

Il 5 dicembre 1938 nasce Umberto Vattani, fiore all'occhiello del mondo diplomatico italiano, arrivato ad un passo dall'incarico di Ministro degli Esteri.

0
1095
Umberto Vattani: il diplomatico è nato il 5 dicembre 1938.

Compie gli anni il 5 dicembre Umberto Vattani, vanto della diplomazia italiana. Ad oggi, infatti, è ancora l’unico nella storia del nostro Paese ad aver ricevuto per due volte l’incarico di Segretario generale al Ministero degli Affari Esteri, il punto più alto che in Italia può toccare la carriera diplomatica. L’illustre funzionario negli anni è diventato un vero e proprio poliglotta, infatti parla correntemente l’italiano, lo spagnolo, l’inglese, il francese e il tedesco.

Nato nel 1938 a Skopje (Macedonia del Nord) da genitori che lavoravano presso il Ministero degli Esteri, ha studiato in Francia, Inghilterra e Stati Uniti. Nel 1960 consegue all’Università La Sapienza di Roma la laurea in Giurisprudenza e due anni dopo si ripete con quella in Scienze Politiche, entrambe ottenute con il massimo dei voti, 110 e lode. Debutta ufficialmente nel mondo della diplomazia nel 1962, e tra i suoi primi incarichi ricordiamo quello a New York alla Rappresentanza d’Italia presso le Nazioni Unite, quindi alla Rappresentanza d’Italia all’OCSE di Parigi, e poi diventa ambasciatore dell’Italia a Londra. Successivamente approda all’Ambasciata italiana in Germania e quindi alla Rappresentanza Permanente all’Unione Europea a Bruxelles.

La brillante carriera di Umberto Vattani.

L’esperienza, la preparazione e la professionalità di Umberto Vattani gli consentono di essere nominato consigliere diplomatico del Presidente del Consiglio in ben tre occasioni, quando va ad affiancare Giulio Andreotti, Giuliano Amato e poi Ciriaco De Mita.

Umberto Vattani ha sfiorato la nomina a Ministro degli Esteri

Umberto Vattani nel 1996 diventa Segretario generale del Ministero degli Esteri, ripetendosi nel 2004 ed entrando nella storia come primo diplomatico italiano a ricevere questa nomina in due occasioni. D’altronde, si tratta di una delle personalità più apprezzate e stimate dal mondo politico dell’Italia. Negli anni in cui lavora in pianta stabile alla Farnesina, ha la brillante idea di realizzare la Collezione di Arte Contemporanea che ospita circa 250 opere di artisti italiani del XX e XXI secolo. Grazie a lui, dunque, nell’edificio del Ministero degli Esteri sorge un’autentica e preziosa pinacoteca.

Umberto Vattani diplomatico
Vattani è stato due volte segretario generale del Ministero degli Esteri.

Nel 2005, dopo la sua slendida carriera diplomatica, Vattani diviene presidente dell’Istituto per il Commercio Estero (ICE), mentre dal 2001 è il massimo esponente della Venice International University. Si tratta di un ente che racchiude in sé i migliori poli universitari del mondo.

Ambasciatore italiano in Polonia invita i cittadini polacchi a tornare a visitare l’Italia

Ricordiamo, infine, che Umberto Vattani ha sfiorato la carica di Ministro degli Esteri. Nel 2001, durante la formazione del Governo Berlusconi, sono circolate diverse indiscrezioni che lo volevano ad un passo dalla Farnesina, ma poi non se n’è fatto più nulla.