UILDM, Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare

“Giocando s’impara” è il progetto del 2017 a cui è dedicata la Giornata Nazionale UILDM.

0
962

“Giocando s’impara” è il progetto del 2017 a cui è dedicata la Giornata Nazionale UILDM.

 

E’ iniziata sabato 1° aprile e proseguirà sino a mercoledì 19 aprile la Giornata Nazionale UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare – che quest’anno ha l’obiettivo di rendere accessibili i parchi gioco anche ai bambini affetti da distrofia muscolare, dotando le aree verdi di giostre adatte a coloro che hanno abilità differenti.

Giocare insieme, infatti, è fondamentale per creare un tessuto di amicizie, di relazioni interpersonali, coltivare affetti e diventare adulti consapevoli. Il gioco all’aria aperta consente di sviluppare la propria autostima e autonomia e di far crescere il rispetto per se stessi e per gli altri. Progettare e realizzare aree gioco accessibili a tutti i bambini è un segno di crescita di un micro e macro cosmo, raggiungibile solo sinergicamente e scambievolmente. “Ripartire dai più piccoli è fondamentale – spiega Marco Rasconi, presidente UILDM – perché attraverso loro possiamo raccontare un mondo possibile. Quando giochiamo sono tutti uguali, ognuno con la propria specificità e diversità. Grazie al gioco possiamo costruire una realtà in cui nessuno è escluso”.

Numerose sono le reti televisive e radiofoniche nazionali e locali a supporto dell’iniziativa tra cui RAI, La7, Sky, Discovery e i circuiti Movie Media, UCI Cinemas e ACEC. A questi media partner si aggiungono la Fondazione Telethon, AVIS, Cittadinanazattiva, Famiglie SMA, Parent Project Onlus, ASAMSI – Associazione per lo Studio delle Atrofie Muscolari Spinali Infantili – FIWH – Federazione Italiana Wheelchair Hockey – il CAMN al completo – Coordinamento Nazionale Malattie Neuromuscolari – e il mondo dello sport con la Lega Basket Serie A e la Lega Serie A.

L’ iniziativa “Giocando s’impara” si può sostenere inviando un SMS al 45542 per donare 2 euro o chiamando da rete fissa per donare 5 o 10 euro. Nelle principali piazze italiane, inoltre, sono presenti punti informativi e di raccolta fondi attraverso la distribuzione di tavolette di cioccolata ( a Torino, ad esempio, vengono dati gianduiotti personalizzati) con un contributo minimo di 6 euro.

 

Loredana Carena

 

Info: www.uildm.org