“Uffizi diffusi” è tra i luoghi più belli di “Time magazine”

Il progetto di valorizzazione del territorio attraverso l'arte toscana ha colpito la stampa straniera

0
291
German Eike Schmidt director of Uffzi Gallery poses in front of "The birth of Venus" painted in the mid 1480s by Italian painter Sandro Botticelli during a press preview for the reopening of the rooms dedicated to Pollaiolo and Botticelli, at the Uffizi Gallery in Florence, on October 17, 2016. The articulation of the space has been reorganized for to faciliate the visit thanks to a large donation by the "Friends of Florence Foundation". / AFP / ALBERTO PIZZOLI / RESTRICTED TO EDITORIAL USE - MANDATORY MENTION OF THE ARTIST UPON PUBLICATION - TO ILLUSTRATE THE EVENT AS SPECIFIED IN THE CAPTION (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Non hanno tardato ad arrivare i primi riscontri positivi del progetto “Uffizi diffusi”. Avviata da alcune settimane, l’iniziativa che approfondisce il legame tra la Galleria e il territorio coinvolge i turisti. “Time magazine” premia la Toscana che riscopre il proprio patrimonio artistico inserendola nella lista dei 100 migliori posti del 2021.


Bicorno di Napoleone: un pezzo di storia all’asta


Perché “Time magazine” ha scelto i borghi toscani di “Uffizi diffusi”?

La rivista ogni anno stila un elenco di luoghi da visitare per le caratteristiche e proposte offerte. Al termine della pandemia, i redattori hanno chiesto a corrispondenti e collaboratori di tutto il mondo di segnalare le località in cui è possibile provare nuove e interessanti esperienze. La Toscana che celebra Napoleone e Alighieri e organizza iniziative culturali in località meno note ha quindi colpito l’attenzione della stampa. “Uffizi diffusi” è un progetto che presenta l’intero territorio regionale come un museo da visitare e scoprire. Un percorso tra edifici storici e opere di artisti che rende la zona una meta attrattiva per le prossime vacanze estive.

A Prato Ingres e Bartolini

Fino al 17 ottobre a Palazzo Pretorio è in esposizione l’autoritratto di Jean Auguste Dominique Ingres. In prestito dagli Uffizi, il quadro dialoga con alcune statue di Lorenzo Bartolini, ricordando l’amicizia che lega gli artisti. I due si conoscono a Parigi e poi continuano a frequentarsi e a consigliarsi su commissioni e lavori. Il toscano introduce il pittore francese alla coppia russa Gur’ev, permettendogli così di realizzare un’opera per i nobili. Accompagna i visitatori lungo il percorso la musica di Rossini, l’ouverture del “Viaggio a Reims”.

“Uffizi diffusi” primi commenti positivi

Il Direttore della Galleria fiorentina ha commentato con soddisfazione la presenza dell’iniziativa su “Time magazine”. Anche altri media hanno parlato del progetto: CNN, China Daily, Deutsche Welle. La promozione del progetto ha quindi portato l’attenzione del pubblico sul patrimonio toscano nel periodo estivo.