UE intende sanzionare quattro funzionari russi

I ministri degli esteri dell’Unione Europea hanno accettato di sanzionare quattro alti funzionari russi per l’arresto di Aleksej Navalny

0
165
UE intende sanzionare la russia

L’UE intende sanzionare quattro alti funzionari russi per l’arresto dell’oppositore Aleksej Navalny e un giro di vite sui suoi sostenitori. I diplomatici non hanno tuttavia fornito dettagli sui funzionari che saranno oggetto di tali sanzioni.

L’UE intende sanzionare dei funzionari russi?

Lunedì i vari ministri degli Esteri dell’Unione Europea hanno deciso di imporre delle sanzioni a quattro alti funzionari russi. Le sanzioni di devono al coinvolgimento di questi ultimi nell’arresto del leader dell’opposizione Aleksej Navalny, nonché di un giro di vite sui suoi sostenitori nel corso delle proteste. I diplomatici non hanno tuttavia divulgato alcuna informazione dettagliata sull’identità dei funzionari oggetto di sanzioni. Diversi legislatori europei, così come molti alleati di Navalny, chiedevano da tempo a Bruxelles di sanzionare e perseguire gli oligarchi della cerchia di Putin. I diplomatici di Bruxelles hanno però dichiarato che verranno perseguiti solo coloro che sono direttamente coinvolti nella repressione dell’opposizione.

Non si tratta della prima volta che Bruxelles sanziona la Russia

Josep Borrell, alto rappresentante dell’UE per la politica estera, deve presentare in via ufficiale i nomi dei funzionari russi che saranno oggetto di sanzione. Non si tratta della prima volta che Bruxelles impone sanzioni a Mosca. Già nel 2014, infatti, l’Unione Europea aveva sanzionato il governo russo per l’annessione della Crimea, nonché per il ruolo nel conflitto nell’Ucraina orientale. In ottobre le potenze occidentali avevano aggiunto ad una lista nera sei funzionari a causa dell’avvelenamento di Navalny con il Novichok.

L’incarcerazione dell’oppositore, che deve scontare una pena di quasi tre anni, ha scatenato proteste di massa a livello nazionale. Diversi manifestanti hanno represso duramente migliaia di dimostranti, e questo è anche uno dei motivi per cui l’UE intende imporre delle sanzioni. Già domenica due stretti collaboratori di Navalny avevano richiesto sanzioni contro la cerchia più alta del presidente Putin nel corso di una riunione con Bruxelles.


Leggi anche: Corte Europea dei diritti chiede il rilascio di Navalny ; Caso Navalny – dibattito sull’appello della CEDU ; Processo Navalny: tribunale conferma il carcere

Commenti