Basta un gol di Jorginho nel primo tempo (rigore sbagliato e tap-in sulla ribattuta) al Napoli per portare a casa i 3 punti che significano ritorno al primo posto in classifica ai danni dell’Inter, che per una notte, come già era successo almeno un paio di volte in precedenza, era stata la regina del campionato dopo la vittoria sul Cagliari. Una squadra, quella di Sarri, evidentemente ancora affaticata dalla sfida infrasettimanale di Champions ma che riesce a portare il massimo risultato col minimo sforzo, contro un Udinese la cui giornata è caratterizzata dall’esordio in panchina di Massimo Oddo.

Una partita non ricca di occasioni da gol e neanche dei soliti lampi e colpi degli uomini più talentuosi della squadra partenopea, che però fin dall’inizio del match applicano il solito dominio del campo a centrocampo e soprattutto del pallone. Tant’è che l’azione che porta poi al rigore e quindi al gol del vantaggio non arriva da una solita azione ben orchestrata ma da un affondo del ritrovato Maggio, che si spinge in avanti, con l’ausilio di Allan, e determina il fallo da rigore di Angella. Sulla battuta va l’italo-brasiliano Jorginho, che si fa ipnotizzare da Scuffet complice anche un tiro centrale e pure debole, ma che poi riesce a ribattere in rete il pallone non trattenuto dal portiere italiano. E’ un gol che serve a raddrizzare più il risultato che la condizione fisica o mentale degli uomini di Sarri, ma tant’è. Gli azzurri portano avanti le proprie azioni con confusione e frenesia, grazie anche a un Udinese solido guidato per la prima volta da Massimo Oddo, che di certo avrebbe preferito un esordio un tantino più semplice.

Nella ripresa il copione è pressochè uguale al primo tempo, con i tre attaccanti del Napoli poco ispirati e l’Udinese che pian piano si fa vedere di più dalle parti di Reina, che però non ha una domenica molto impegnativa. Oddo fa entrare Lasagna al posto di uno spento Perica, mentre Sarri toglie Insigne, Jorginho e poi il solito Hamsik che erano sfiniti. Il Napoli per una volta non bada all’estetica e si chiude per portarsi a casa i 3 punti che, in fin dei conti, contano più del bel gioco e anche dei tanti gol di scarto sulla avversarie. Per Oddo esame rimandato alla prossima giornata

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here