Partita ricca di emozioni e di gol, quella giocata ieri sera alla Dacia Arena, che ha visto protagoniste l’Udinese e la Juventus.
La Juve un po’ distratta nei primi momenti della gara è costretta a giocare in 10 uomini dal 26° del primo tempo, per l’espulsione di Mandzukic.

PRIMO TEMPO – Dopo appena 7 minuti la Vecchia Signora si ritrova già sotto nel punteggio, palla persa da Rugani, male in questa situazione, gol di Perica.
Il pareggio però non si fa attendere, pochi minuti più tardi un autogol di Samir rimette in equilibrio il risultato. 

Da questo momento la Juventus prende in mano le redini del gioco e prima della mezzora riesce anche a portarsi in vantaggio. Ottimo spunto di Cuadrado dalla destra ed incornata perfetta di Khedira per il 2-1. Questo sarà solo l’inizio della serata perfetta del tedesco.

La partita però non riesce a mettersi in discesa per via dell’espulsione di Mandzukic che dice una parola di troppo all’arbitro e finisce sotto la doccia per doppia ammonizione.
Sul finale di primo tempo l’Udinese si fa più presente in area di rigore, così la Juventus si deve affidare a Buffon per mantenere il risultato. Ottime le sue parate su Jankto e Maxi Lopez.

SECONDO TEMPO – Nel secondo minuto della ripresa l’Udinese continua a giocare bene. Trova subito il pareggio (irregolare in questa occasione) con Danilo, che salta da solo in area di rigore e la piazza alle spalle di Buffon.

Con il passare del tempo e le numerose urla di Allegri, la Juve riesce a piazzarsi bene in campo, chiudendo tutti gli spazi anche con l’inferiorità numerica.

Danilo, autore del gol per l’Udinese, si trova anche protagonista nella successiva rete bianconera. Gol di Rugani il quale si fa perdonare per l’erroraccio nel primo tempo.

Più tardi il centrale bianconero farà anche la sponda per il 4-2 juventino, con firma ancora di Khedira, per la sua doppietta personale.
La Vecchia Signora non si accontenta e spinge fino alla fine, trovando altri due gol.
Prima il destro potente ancora di Khedira che corona la sua perfetta giornata con una tripletta e portandosi a casa il pallone e poi sul finale Pjanic firma il 6-2 con un tiro da fuori area con l’aiuto di una deviazione.

Per l’Udinese è notte fonda. Non è riuscita a gestire la superiorità numerica e continua a subire troppi gol. I friulani sono sempre più in crisi.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here