Udinese-Genoa 1-0, Jankto fa fuori il Grifone

0
762

L’Udinese batte 1-0 il Genoa e firma la prima vittoria stagionale. A complicare le cose per il Grifone ci pensa prima la sfortuna, con l’infortunio al ginocchio di Lapadula, e poi il VAR, che vede un fallo d’espulsione diretta per Bertolacci.

Continua la crisi d’inizio stagione del Genoa, che dopo aver collezionato un solo punto nelle prime due giornate, con il pareggio contro il Sassuolo alla prima di campionato e la sconfitta per 4-2 contro la Juve, cade ancora stavolta sul campo dell’Udinese. Partita agitata già dalle ore prima del fischio d’inizio per via del maltempo, ma i teloni garantiscono una buona tenuta del campo. Il Genoa in realtà non parte male, con Lazovic che domina la fascia destra, ma che non riesce poi ad affondare concretamente. La svolta della partita arriva presto, al 15′, con un tiro-cross di Lasagna dalla destra che porta, sugli sviluppi, Nuytinck a colpire la traversa, che poi il talento 21enne dell’Udinese Jankto è bravo a ribadire in rete e battere Perin. Al 29′ è l’ex milanista Taarabt ad avere la possibilità di riaprire il match, ma Danilo è bravo a salvare il risultato. La coppia di centrocampisti friulana Berhami-Barak domina il centrocampo e il Genoa si rende pericoloso timidamente soltanto con Lazovic. Al 36′ un altro episodio chiave della partita: entrataccia di Bertolacci, piede a martello su Lasagna, ma per l’arbitro, inizialmente, non è un fallo da rosso. Ci pensa il VAR, qualche minuto più tardi, a far giustizia all’Udinese; Bertolacci espulso per gioco pericoloso, e la decisione è giusta. Sul finale del primo tempo ci pensa Perin a tenere ancora viva le speranze rossoblù, con un miracolo ancora su Jankto.

A complicare ulteriormente le cose al Genoa ci pensa anche la sfortuna, con l’infortunio al ginocchio di Lapadula e l’ex Pescara e Milan costretto ad abbandonare il gioco. Il secondo tempo è pieno di falli e si gioca su un campo sempre più pesante, con Behrami che rischia la seconda ammonizione e quindi l’espulsione ma l’arbitro lo grazia. Il Genoa continua a perdere pezzi, visto l’uscita forzata anche di Biraschi, ma l’Udinese è autolesionista perchè Pezzella si fa buttare fuori dall’arbitro per una brutta entrata su Omeonga; parità numerica ristabilita e il Genoa va all’arrembaggio a cercare il pareggio. Il Grifone ci prova ma non conclude niente di concreto anche per merito di Danilo che sbroglia l’unico pericolo dalle parti di Scuffet, allontanando dalla linea di porta un colpo di testa di Taarabt che poi sulla ribattuta spara alto.

L’Udinese soffre e porta a casa la prima vittoria stagionale; la squadra di Del Neri è non bella ma concreta. Genoa ancora in affanno; ci vorrà più qualità nel corso del campionato, altrimenti diventa dura.