Ucraina: UE è al fianco del suo popolo

0
355
Ucraina: sirene d’allarme in gran parte del paese

Si è riunito il Consiglio europeo Bruxelles per discutere della guerra in Ucraina. “L’UE è al fianco del popolo dell’Ucraina”, ha affermato il Consiglio, che poi ha discusso di ulteriori sanzioni contro Mosca. Al vertice ha partecipato anche il presidente americano Joe Biden che è atteso oggi in Polonia.

L’UE è al fianco dell’Ucraina?

Continuano i bombardamenti in Ucraina. A Mariupol peggiora la crisi umanitaria. Il Consiglio cittadino ha lanciato l’allarme: “I nostri cittadini non hanno più cibo”. Intanto, si è riunito il Consiglio Europeo per discutere dei prossimi passi da compiere nella crisi ucraina. “L’Unione europea è al fianco dell’Ucraina e del suo popolo e il Consiglio europeo conferma la dichiarazione di Versailles, riconoscendo le aspirazioni d’ingresso nell’Ue. Il consiglio rinnova la richiesta alla Commissione di consegnare le sue valutazioni in linea con le procedure d’ingresso dei trattati”, ha affermato il Consiglio Europeo. Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha ringraziato il Consiglio europeo per le sanzioni a Mosca. Tuttavia ha sottolineato che tali sanzioni sono state attuate un “po’ tardi”.

Al vertice europeo ha preso parte anche il presidente americano Joe Biden. I Paesi Occidentali hanno discusso di nuove sanzioni contro la Russia e di fornire nuovi aiuti militari a Kyiv. Dopo l’incontro con gli alleati europei, Biden ha tenuto una conferenza stampa nelle quale ha affermato che gli sforzi per isolare la Russia devono essere intensificati e che la Russia dovrebbe essere rimossa dal G20. Il presidente americano ha anche sottolineato che l’Ucraina dovrebbe essere in grado di partecipare alle riunioni del G20 se gli sforzi per rimuovere la Russia non avranno successo.

Mosca potrebbe accettare bitcoin per l’acquisto di gas

Prosegue la battaglia del gas tra la Russia e l’Occidente. Nelle scorse settimane, Washington ha annunciato l’embargo sulle importazioni di petrolio e gas naturale dalla Russia. L’amministrazione americana sta anche cercando di convincere gli alleati europei a rinunciare al gas russo. Tuttavia le nazioni europei sono molto scettiche in quanto sono molto dipendenti dal gas russo.  Il presidente Biden dovrebbe però annunciare oggi, durante un incontro con Ursula von der Leyen, l’aumento delle spedizioni statunitensi di gas naturale liquefatto in Europa. Il presidente russo Vladimir Putin ha invece affermato che la Russia non accetterà più pagamenti in dollari ed euro per il suo gas consegnato in Europa, ma accetterà solo rubli. Ora, Mosca ha anche annunciato che la Russia potrebbe accettare i Bitcoin da alcuni Paesi come pagamento per le forniture di petrolio e gas.


Leggi anche: Zelensky chiede proteste in tutto il mondo contro la guerra