Ucraina: timori in vista del Giorno della Vittoria della Russia il 9 maggio

0
384
Medvedev: gli incidenti possono succedere anche nelle centrali nucleari dell’UE

In Russia sono iniziati i preparativi per la parata militare del 9 maggio in occasione del Giorno della Vittoria. I funzionari occidentali esprimono timori che quel giorno potrebbe intensificarsi la guerra in Ucraina. Ma il Cremlino afferma: “Non dichiareremo guerra all’Ucraina”.

Iniziati i preparati a Mosca per il 9 maggio

A Mosca sono iniziati i preparativi per la parata militare del 9 maggio in occasione del Giorno della Vittoria sul nazismo. Secondo quanto riferito, non saranno presenti leader stranieri, non è prevista la partecipazione neppure dell’alleato bielorusso Aleksandr Lukashenko. Secondo il programma diffuso dal ministero della Difesa, otto MiG-29SMT si alzeranno in volo sulla Piazza Rossa a formare la lettera “Z”, simbolo del sostegno all’invasione russa dell’Ucraina. Inoltre, vi è massima allerta sicurezza. Il sito Mediaziona ha riferito che i cittadini che vivono sulla Tverskaya, l’arteria principale che porta alla Piazza Rossa dove sfileranno truppe ed equipaggiamenti, hanno detto di aver ricevuto visite da agenti di polizia che chiedevano se nel loro condominio vivessero cittadini ucraini.

Ucraina: timori in vista del Giorno della Vittoria della Russia?

Molti considerano il 9 maggio come un orizzonte entro il quale il presidente russo Putin vorrebbe chiudere la guerra. Altri invece temono che il 9 maggio si potrebbe assistere ad un’escalation del conflitto un Ucraina. Il Cremlino ha affermato che “non c’è alcuna intenzione di dichiarare ufficialmente guerra all’Ucraina e quindi la mobilitazione generale in occasione della ricorrenza”. Ma i funzionari occidentali temono invece un’escalation. I funzionari hanno affermato che Putin potrebbe dichiarare una guerra ufficiale contro l’Ucraina, dopo aver finora definito l’invasione solo come una “operazione militare speciale”.

Il Dipartimento di Stato americano ha affermato che la Russia utilizzerà probabilmente le celebrazioni del Giorno della Vittoria per raddoppiare gli sforzi di propaganda neonazista. “Ci sono buone ragioni per credere che i russi faranno tutto il possibile per utilizzare il Giorno della Vittoria come un modo per rafforzare la propaganda contro l’Ucraina. Ho visto la speculazione che la Russia possa dichiarare formalmente guerra. Suppongo che sarebbe una grande ironia se Mosca sfruttasse l’occasione del Giorno della Vittoria per dichiarare guerra”, ha detto il portavoce del dipartimento Ned Price. Anche molti cittadini ucraini hanno riferito che il 9 maggio lasceranno il paese per paura che la guerra si intensifichi.


Leggi anche: Mosca accusa Israele di sostenere i neo-nazisti