Ucraina: le truppe russe hanno organizzato un attacco terroristico

0
165
L’Occidente condanna l’annessione della Russia delle regioni ucraine

L’Ucraina ha affermato che le truppe russe hanno organizzato un attacco terroristico nella città di Melitopol, nell’Oblast di Zaporizhzhia. Secondo il sindaco della città, l’attacco è stato orchestrato per accusare l’Ucraina di aver lanciato attacchi terroristici prima del referendum indetto dalle autorità russe sull’annessione dei territori del Donbass alla Russia.  

Ucraina: le truppe russe hanno organizzato un attacco a Melitopol

Secondo quanto riferito dal sindaco di Melitopol Ivan Fedorov, le forze russe hanno organizzato un “attacco terroristico”, scatenando un’esplosione nel centro di Melitopol, nell’Oblast di Zaporizhzhia, per accusare l’Ucraina di aver lanciato attacchi terroristici prima di uno pseudo-referendum. Fedorov ha poi riferito che tre soldati russi sono morti a seguito dell’esplosione e che le vittime civili devono essere ancora accertate. “Tutti dovrebbero capire che questo sarà il nostro futuro se un paese terrorista ci occupa. Pertanto, né gli pseudo-referendum né le dichiarazioni dei terroristi cambieranno la nostra rotta. Disoccuperemo i nostri territori e restituiremo la pace a casa nostra”, ha affermato il sindaco in un messaggio su Telegram.  

Intanto, l’ex presidente russo Dmitry Medvedev ha affermato che qualsiasi arma nell’arsenale di Mosca, comprese le armi nucleari strategiche, potrebbe essere utilizzata per difendere i territori annessi in Russia dall’Ucraina. Medvedev, che ora è vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, ha anche detto che i referendum organizzati dalle autorità separatiste si svolgeranno come previsto. “Le repubbliche del Donbass e altri territori faranno parte della Russia”, ha detto in un post di Telegram.


Leggi anche: Zelensky: la Russia deve essere punita per i suoi crimini