Ucraina: la Russia ha 100 mila soldati al confine

0
356
Severodonetsk: i russi hanno il totale controllo della città

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha affermato che la Russia ha schierato quasi 100 mila soldati al confine ucraino. Nei giorni scorsi funzionari statunitensi avevano lanciato l’allarme di una possibile invasione russa in Ucraina. Mosca ha tuttavia smentito con forza tale affermazione.

La Russia ha schierato 100 mila truppe al confine con l’Ucraina?

Cresce la tensione al confine russo-ucraino. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che ci sono quasi 100 mila soldati russi vicino al confine con l’Ucraina. Inoltre ha detto che i paesi occidentali hanno condiviso informazioni sui movimenti delle truppe russe attive con Kiev.  “Spero che il mondo intero possa ora vedere chiaramente chi vuole veramente la pace e chi sta concentrando quasi 100.000 soldati al nostro confine“, ha detto in un video di un discorso riportato sul suo sito web.

L’allarme degli USA: possibile invasione russa

I movimenti delle truppe russe vicino al confine ucraino hanno suscitato timori di un possibile attacco. Gli Stati Uniti hanno lanciato l’allarme agli alleati dell’Unione europea sul fatto che la Russia potrebbe invadere l’Ucraina. Washington ha avvertito Bruxelles dopo aver monitorato da vicino un accumulo di forze russe vicino al confine ucraino. Mosca ha però respinto le affermazioni degli americani, etichettandole come provocatorie.  Il vice ambasciatore russo all’ONU, Dmitry Polyanskiy, ha affermato che l’invasione non è mai stata pianificata. Tuttavia ha sottolineato che Mosca ha il diritto di concentrare le truppe dove vuole e si è lamentato della crescente attività nella regione da parte dell’alleanza transatlantica della NATO. Il diplomatico ha invitato a “non dimenticare che le navi da guerra americane nel Mar Nero agiscono in modo provocatorio“.


Leggi anche: Ucraina: Intelligence è concertata sulla Russia