Ucraina: i membri della NATO inviano aiuti

0
344
Lugansk: attacco aereo russo contro una scuola

Dopo che i colloqui USA-Russia non hanno portato ad una svolta e nel mezzo delle crescenti tensioni al confine russo-ucraino, i membri della NATO hanno deciso di inviare ulteriori aiuti militari in Ucraina.

I membri della NATO inviano nuovi aiuti in Ucraina?  

La crescente minaccia di una possibile invasione dell’Ucraina da parte della Russia sta spingendo i paesi membri della NATO a fornire supporto militare a Kiev. Nelle ultime settimane, Spagna, Francia, Estonia, Regno Unito e USA hanno fornito vari tipi di supporto militare all’Ucraina. Gli stati Baltici hanno annunciato l’invio di missili anticarro e antiaerei dopo l’approvazione degli USA per inviare armi di fabbricazione americani all’Ucraina. L’Estonia fornirà missili anti-corazza Javelin, mentre Lettonia e Lituania forniranno missili antiaerei Stinger. La Danimarca ha deciso di inviare altri quattro caccia F-16 in Lituania e una fregata da 160 uomini nel Mar Baltico. La Francia si è offerta di inviare truppe anche in Romania. Il Regno Unito ha invece annunciato che invierà all’Ucraina sistemi di armi distensive leggere e anti-corazza, nonché un piccolo numero di personale britannico per fornire addestramento.

La Spagna ha annunciato che invierà navi da guerra per rafforzare le forze navali della NATO nel Mar Mediterraneo e ne Mar Nero. Ha inoltre affermato che sta pensando di inviare i propri aerei da combattimento in Bulgaria. Gli USA hanno affermato che, per ora, non hanno intenzione di inviare truppe in Ucraina. Washington ha però spedito il primo pacchetto di aiuti di supporto alla sicurezza da 200 miliardi di dollari, che è già giunto a Kiev. Anche la Germania ha escluso, per ora, di consegnare armi all’Ucraina. “Dobbiamo fare di tutto per ridurre l’escalation. Attualmente, le consegne di armi non sarebbero utili a questo riguardo, c’è accordo su questo nel governo tedesco”, ha affermato il ministro della Difesa Christine Lambrecht. Berlino ha riferito che l’Ucraina riceverà un ospedale da campi completo insieme alla formazione necessaria, il tutto cofinanziato dalla Germania per 5,3 milioni di euro.


Leggi anche: Blinken-Lavrov: nuovo incontro a Ginevra