Ucciso Abdelmalek Droukdel, leader di Al-Qaeda nel Maghreb

0
559

Abdelmalek Droukdel, capo dell’organizzazione terroristica in nordafrica, è stato ucciso il 3 giugno in un’ operazione dell’esercito francese.

Abdelmalek Droukdel, leader dell’organizzazione terroristica islamica nel nordafrica, è stato ucciso il 3 giugno nel nella zona settentrionale del Mali, a circa cento chilometri dal confine con l’Algeria. Ad annunciarlo, è stata la ministra della difesa francese Florence Parly, che in un tweet ha dichiarato: “Il 3 giugno le forze armate francesi, con la collaborazione dei loro alleati, hanno neutralizzato l’emiro di Al-Qaeda nel Maghreb Abdelmalek Droukdal e altri suoi collaboratori, durante un’operazione nel nord del Mali”. La Parly ha poi proseguito dicendo: “Le nostre forze, in collaborazione con i loro partner nel Sahel, continueranno senza sosta a dare la caccia ai terroristi“, sicura che l’uccisione di Droukdel, abbia messo in forte difficoltà l’organizzazione terroristica.

Miliziani di Al-Qaeda in Africa occidentale

Il ministero della difesa francese ha inoltre annunciato che nel corso dell’operazione che ha portato all’uccisione del capo di Al-Qaeda, sono stati catturati altri importanti membri dell’organizzazione terroristica.

Chi era Abdelmalek Droukdel

Nato in Algeria nel 1970, dopo aver combattuto giovanissimo contro le truppe sovietiche in Afghanistan, era rientrato negli anni novanta in Algeria, dove aveva partecipato a numerosi attentati terroristici. Nel 2004, in seguito all’uccisione da parte delle forze armate algerine di Nabil Saharaoui, Droukdel divenne comandante del GSPC (Gruppo Salafita Per la Predicazione e il Combattimento), estendendo gli attacchi terroristici in tutta l’Africa occidentale. Nel 2006, lo stesso leader dell’organizzazione terroristica annunciò l’alleanza con Al-Qaeda.

Leggi anche: Inferno Burkina Faso: in un attacco jihadista almeno 37 morti

Tra gli attentati organizzati da Droukbel, ricordiamo quello del 2016 a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, dove, in seguito a un assalto armato ad un hotel, persero la vita trenta persone e altre 170 rimasero ferite. Nel 2007 ad Algeri, il gruppo terroristico di Drokdel, sferrò un attacco al quartier generale delle Nazioni Unite, uccidendo 62 persone. Sempre nel 2007, in una serie di attentati dinamitardi organizzati dal GSPC nella capitale algerina, rimasero uccise più di venti persone. Per quest’ultimo attacco, un tribunale algerino, nel 2012, ha condannato a morte in contumacia Droukdel per omicidio.

Leggi anche: Attentato contro i Cristiani in Burkina Faso

Il terrorismo islamico nel Maghreb

L’uccisione del leader di Al-Qaeda nel Maghreb da parte delle truppe francesi ha dato un duro colpo all’organizzazione fondamentalista islamica che ormai da molti anni sta compiendo numerose carneficine in tutta la zona del Sahel. Oltre agli attacchi in Burkina Faso, sferrati da miliziani provenienti dal vicino Mali, Al Qaeda è sempre più attiva nell’Africa occidentale, compiendo attentati anche in Mauritania.

Forze armate del Burkina Faso in un’operazione di controllo del territorio per il contrasto del terrorismo islamico

Il 7 maggio scorso miliziani Jihadisti avevano dato luogo a violenti scontri in Mali e in Burkina Faso. Pochi giorni dopo le truppe francesi avevano catturato Mohamed Mrabat, terrorista islamico che aveva un ruolo fondamentale nell’organizzazione jihadista in nordafrica.

Se vuoi leggere altre notizie della sezione esteri clicca sul seguente link: https://www.periodicodaily.com/category/esteri/

Commenti