U.S.A. in Viaggio: Info utili per vacanze tranquille

0
338

Gli U.S.A. hanno sempre suscitato il loro fascino, sarà per per la diversità dei territori, del cibo, delle usanze, il fascino della “giovinezza”. Qualunque sia il motivo per il quale si vuol visitare il nuovo continente, bisogna tenere presente che c’è una burocrazia da rispettare e, soprattutto, da mettere in pratica.

U.S.A. Cosa c’è da sapere prima di partire

Gli Stati Uniti non sono di certo dietro l’angolo e, soprattutto, hanno delle differenze rispetto al nostro paese.

A partire dalle prese di corrente, è bene portare con se degli adattatori e controllare se il proprio attrezzo può supportare un voltaggio diverso. L’assicurazione sanitaria di viaggio è un altro elemento importantissimo da non trascurare, infatti negli States è risaputo che la sanità è molto costosa (ingessare un braccio costa qualche migliaio di dollari). Deve avere determinate caratteristiche per essere idonea a coprire i soggiorni in USA. Per quanto riguarda le carte di credito funzionano tutte quelle del circuito Visa e Mastercard, prelevare in loco non è conveniente (per le spese aggiuntive, quindi è consigliabile portare qualche contante ma non molti.

I bagagli imbarcati in stiva vengono ispezionati dalle autorità, ed è una pratica piuttosto frequente, quindi se volete chiudere il vostro bagaglio con un luccheto assicuratevi che la vostra valigia sia apribile con TSA (Transportation Security Administration).

Procurarsi in tempo il documento per il viaggio è un altro punto fondamentale, ma dell’Esta ne parleremo più approfonditamente nella prossima sezione.

Un elemento che per noi sembra alquanto assurdo è la “pretesa” della mancia, infatti sugli scontrini troverete la dicitura “tip” e corrispondeal 15% dell’importo da pagare per la consumazione.

Per guidare negli U.S.A. ci sono alcune regolamentazioni, come giusto che sia, ci sono alcune restrizioni che variano dalla diverse compagnie ma in generale funziona così:
– per noleggiare un’auto occorre aver compiuto 21 anni e fino a 25 si paga una tassa extra per guidatore giovane;
– se si ritira l’auto in una città e la si lascia in un’altra bisogna pagare una tassa “solo andata”;
– per noleggiare l’auto serve una carta di credito vera e propria e nominativa;
– per poter passare il confine (Messico, Canada), deve essere prevista la possibilità in fase di noleggio.

Dalla carta verde all’Esta

Fino a qualche anno fa, il documento necessario per entrare, con visto turistico, negli Stati Uniti era la famosa carta verde, dava la possibilità di restare nel territorio americano per 90 giorni, dopo di che era d’obbligo andare via.

L’Esta è subentrata il 12 gennaio 2009 e, tutti i cittadini appartenenti al VWP (programma di Viaggio senza visto), sono tenuti ad ottenere questa autorizzazione. La validità è biennale oppure fino alla scadenza del passaporto, per ottenerla si deve andare sul sito di Esta Gov consente diverse entrate negli U.S.A. ed è utilizzabile o per turismo o per lavoro.

Commenti