Turistica precipita dal balcone dell’Albergo e muore

0
372
Turistica precipita dal balcone

Turistica precipita dal balcone dell’Albergo e muore. La moglie ha assistito alla scena e dice che avevano tentato di chiamare la hall ma nessuno li ha sentiti.

Turistica precipita dal balcone dell’Albergo dopo essere precipitato dal balcone di un albergo nella baia di Paraggi, vicino a Portofino, dove stava trascorrendo le vacanze con la moglie. L’uomo sarebbe rimasto bloccato sul terrazzo e avrebbe provato a calarsi a terra. Il 43enne è morto sul colpo dopo un volo di tre metri. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri. 

Joshua Bronson era in vacanza con la moglie per un giro in Europa. Arrivato da Montecarlo aveva in previsione di visitare i posti più belli e glamour. Per questo aveva scelto una stanza che dava sulla piazzetta di Portofino. Ma il ritorno in albergo si è trasformato in tragedia. Bronson era arrivato al Piccolo Hotel, albergo situato sulla strada panoramica che porta dalla baia di Paraggi a Portofino, insieme alla moglie sua coetanea nel tardo pomeriggio. Erano arrivati dalla Francia e dopo avere sistemato i bagagli in camera erano andati a cenare in uno dei ristoranti del borgo meta dei vip di tutto il mondo.

Minaccia la compagna: allontanato dalla casa familiare a Genova

Denunciato 45enne per maltrattamenti famigliari a Genova

I due, originari della California, hanno bevuto vino e poi sono tornati in albergo. Qui hanno chiesto un’altra bottiglia di rosso e sono andati in una delle terrazze comuni della struttura per ammirare il panorama rischiarato dalla luna piena. A un certo punto, però, il vento ha fatto chiudere la portafinestra lasciando marito e moglie all’aperto. Quando i due hanno deciso di tornare in camera hanno scoperto che la porta non si poteva
aprire dall’esterno. Hanno provato a chiamare la hall dal cellulare ma per un guasto tecnico la linea era stata interrotta. E così Bronson ha scavalcato il parapetto per provare a scendere verso l’ingresso.

Villa Altachiara porta la maledizione a Portofino

Gdf Genova: scoperti 1.500 ‘furbetti’ del reddito cittadinanza

Arrestato spacciatore durante controlli del territorio a Genova

L’altezza di circa tre metri non sembrava insuperabile. Ma un piede messo male o, con ogni probabilità, una mattonella che ha ceduto gli ha fatto
perdere l’equilibrio e lo ha fatto precipitare all’indietro facendogli sbattere la testa a terra con violenza. La moglie ha assistito alla scena e vedendo che il marito era rimasto inerme a terra ha iniziato a gridare per chiedere aiuto richiamando l’attenzione del personale. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. I carabinieri hanno interrogato tutti i testimoni e i presenti per ricostruire quanto successo.

Per arrivare a terra il turista avrebbe potuto usare una scala che era sul terrazzo, appoggiata alla parete dell’edificio. Ma né lui né la moglie, probabilmente per l’oscurità, l’hanno vista.  Il pubblico ministero di turno Gabriella Marino ha aperto un fascicolo per atti relativi e valuterà nelle prossime ore se disporre l’autopsia. I carabinieri hanno avvisato le autorità consolari Usa a Roma.