Tsunami Indonesia – Sale il bilancio a delle vittime a 429

0
298

Ora è crisi sanitaria: mancano acqua potabile e farmaci.

Si scava anche a mani nude – La ong Oxfam parla di 11mila sfollati e ha lanciato un appello di emergenza, chiedendo di donare e ricordando che “sale l’allarme per la possibilità di un nuovo tsunami, dopo che ci sono state nuove eruzioni, con le zone circostanti ancora immerse nel fumo e nella cenere”. Anche Medici senza frontiere (Msf) si è attivato, rispondendo all’emergenza con tre sue squadre: una a Carita, un’altra a Labuan e la terza mobile.

Intanto si sono tenuti i funerali dei membri della pop band “Seventeen” travolti dall’onda anomala: avevano fatto il giro del mondo le drammatiche immagini dell’acqua che si abbatte sul concerto del gruppo all’aperto, spazzando giu’ dal palco i musicisti e travolgendo la platea. Almeno due i membri del gruppo che sono morti: il bassista e il manager. Inoltre secondo i media indonesiani il batterista, che risultava disperso, sarebbe stato trovato morto.

Lo tsunami ha colpito nella serata locale del 22 dicembre la zone costiere dello Stretto di Sonda, fra le isole di Giava e Sumatra, a seguito di un’eruzione del vulcano Anak Krakatoa, noto come “figlio” del leggendario Krakatoa. Dietro di se’ ha lasciato un paesaggio desolante, con alberi sradicati, tetti divelti e macerie ovunque. La spiaggia di Carita, nota destinazione turistica della costa occidentale di Giava, è ricoperta di detriti. Il presidente indonesiano Joko Widodo si è recato nelle zone colpite, a meno di tre mesi da quando uno tsunami causato da un terremoto ha provocato migliaia di morti a Palu e nella sua regione, sull’isola di Sulawesi. 

L’Anak è uno dei 127 vulcani attivi nel Paese. L’Indonesia, arcipelago composto da 17mila isole e isolotti, si è formata dalla convergenza di tre grandi placche tettoniche (indo-pacifica, australiana ed euroasiatica) e si trova sulla cosiddetta ‘cintura di fuoco’ del Pacifico, zona di forte attività sismica e di eruzioni vulcaniche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here