Trump vuole ostacolare Biden nel Medio Oriente

Trump ostacola Biden in Medio Oriente imponendo nuove sanzioni all'Iran che dureranno fino a gennaio

0
224
Trump ostacola Biden

Con Biden Presidente ci si aspettavano ulteriori cambiamenti sul fronte del Medio Oriente. Un barlume di speranza per gli iraniani, abbandonati durante la presidenza repubblicana. Tuttavia, l’Iran è proprio il paese dove Trump ostacola Biden. Come può farlo? Mettendo nuove sanzioni finché è presidente. Ed è quello che ci si aspetta che faccia. Il segretario di stato americano Mike Pompeo andrà in Israele settimana prossima e i piani di Gerusalemme e Washington si faranno ancora più concreti.

Trump ostacola Biden: come può farlo?

Una delle prime promesse che Biden ha fatto mentre si accingeva a prendere posto sul podio americano, era il ritorno all’accordo iraniano sul nucleare. L’idea di un’alleanza America e Iran non è piaciuta molto ad Israele, nonostante i suoi rapporti con l’America rimarrebbero invariati. Alcuni rapporti affermano che Trump, insieme ad Israele e ad altri stati arabi del Golfo Persico stanno pianificando una serie di sanzioni a lungo termine. Questi dazi colpirebbero l’Iran fino al 20 gennaio. Il fine ultimo è ostacolare l’ingresso della nazione nell’accordo nucleare. I settori iraniani colpiti sarebbero quelli del programma missilistico e il suo sostegno ai gruppi terroristici. Un’ulteriore mossa potrebbe essere concentrarsi sulle violazioni dei diritti umani, in questo modo sarebbe difficile per Biden annullare le punizioni.

Cosa succederà in futuro

Secondo il rapporto citato, i paesi coinvolti in questo accordo ritengono che Biden revocherà in fretta le sanzioni. In questo modo potrebbe cominciare ad avviare la diplomazia con l’Iran, un paese già a corto di soldi che ora sta subendo ulteriori pressioni dagli Stati Uniti. Proprio a causa della crisi economica che sta colpendo Teheran per Biden sarebbe impossibile contrattare in altri modi. Un funzionario israeliano anonimo ha detto: “L’obiettivo è il maggior numero di sanzioni possibili entro il 20 gennaio“. Un funzionario arabo ha aggiunto: “L’obiettivo dell’amministrazione Trump è imporre sanzioni che Biden non può revocare“. Netanyahu ha sempre criticato l’accordo sul nucleare. Secondo il leader israeliano non ci sono garanzie che l’Iran non utilizzi delle risorse per creare le sue armi nucleari. Per questo motivo Israele ha appoggiato la decisione di Trump di ritirarsi dall’accordo.

Trump ostacola Biden e l’Iran risponde

Nel frattempo, l’Iran sta cercando di convincere i suoi vicini a non partecipare ai piani di Trump. Ha inoltre citato Biden chiedendogli di rientrare nell’accordo. Il ministro degli Esteri iraniano Mohammed Javad Zarif ha twittato: “Un messaggio sincero ai nostri vicini: Trump se n’è andato in 70 giorni. Ma noi resteremo qui per sempre“. Poco tempo fa il leader israeliano aveva chiesto a Biden di cancellare gli errori del passato e riformare l’alleanza tanto acclamata. Rouhani, il Presidente della repubblica Islamica dell’Iran, ha fatto un discorso a riguardo: “Il popolo iraniano, nonostante la sua eroica resistenza contro la guerra economica imposta, ha dimostrato che la politica di massima pressione degli Stati Uniti era destinata a fallire. L’Iran considera l’impegno costruttivo con il mondo come una strategia“.

Commenti