Trump torna sul palco: prima tappa North Carolina

Alla convention repubblicana attacca Biden ed elogia se stesso

0
453
Trump torna sul palco

Donald Trump torna sul palco per chiudere la convention del partito repubblicano del North Carolina. Trump ha attaccato il presidente Biden e ha affermato che quest’ultimo e la sinistra radicale “stanno distruggendo il Paese”. Ha detto: “Stanno tagliando i fondi alla polizia, l’immigrazione illegale esplode e la disoccupazione è fuori controllo”. L’ex presidente ha poi assicurato che i repubblicani riusciranno s riconquistare Camera e Senato nelle elezioni di Midterm nel 2022 e la Casa Bianca nel 2024.

Trump torna sul palco: cosa ha detto?

Donald Trump ha parlato alla convention del partito repubblicano in North Carolina. L’ex presidente è stato accolto a Greenville da oltre 1.200 persone che gli hanno tributato una lunga standing ovation. Trump è tornato a parlare in pubblico dopo oltre tre mesi. L’apparizione in North Carolina apre la nuova stagione di comizi in stile campagna elettorale, stagione che potrebbe portare alla sua nuova candidatura alle presidenziali del 2024.

Nella sua prima apparizione pubblica è subito Trump show. Durante il suo intervento, Trump ha attaccato il presidente Joe Biden. Ha detto: “Joe Biden e la sinistra radicale stanno distruggendo il Paese. Stanno tagliando i fondi alla polizia, l’immigrazione illegale sta di nuovo esplodendo e la disoccupazione è fuori controllo. Dobbiamo batterli alle prossime elezioni di midrterm, non abbiamo altra scelta”. Trump ha criticato il piano infrastrutturale di Biden e ha incolpato i democratici di cancellare la cultura. Nel discorso di The Donald non è mancato l’esito delle elezioni presidenziali del novembre scorso. Ha ribadito la tesi delle elezioni rubate e ha affermato che si tratta del crimine del secolo.

Trump elogia se stesso e attacca Fauci e Facebook

Trump ovviamente ha elogiato se stesso. Si è preso il merito della gestione da parte della sua amministrazione della pandemia di coronavirus e ha attaccato il virologo Anthony Fauci. L’ex presidente ha affermato: “Fauci ha sbagliato su tutto, ma è sempre in TV, più di ogni altro politico”. Ha quindi accusato l’amministrazione Biden di farsi umiliare dalla Cina. Trump si è scagliato anche contro la decisione di Facebook di sospendere il suo profilo per due anni. Ha detto: “Spegnere le voci è una cosa vergognosa e ingiusta”.

The Donald elogia le riforme elettorali dei GOP

Alla fine l’ex presidente è ritornato sul tema delle elezioni rubate e ha elogiato le riforme elettorali approvate dagli Stati a guida repubblicana, quelli definiti dai democratici le Jim Corw del 21° secolo. Trump ha detto: “Alla luce di così tanti errori oltraggiosi, i repubblicani in tutto il paese stanno perseguendo riforme del voto per garantire l’integrità delle elezioni. Joe Biden chiama queste riforme di buon senso non americane, ma la cosa che è veramente antiamericana è una truffa elettorale”. Trump ha concluso il discorso con un ultimo affondo ai democratici, dicendo: “Sappiamo che la sinistra radicale non si fermerà davanti a nulla nei loro sforzi per distruggere l’America che amiamo. Ma con l’aiuto di giusti patrioti americani come tutti voi in questa stanza, falliranno”.


Trump vuole candidarsi a speaker della Camera?