Trump lancia la sua offerta per la Groenlandia

0
310
Trump lancia la sua offerta per la Groenlandia

La Groenlandia “non è in vendita”, questa è stata la risposta data al presidente americano dopo che quest’ultimo ha lanciato la sua offerta di acquisto per il territorio autonomo danese.

La premier danese Mette Frederiksen ha bollato la proposta di Donald Trump come “assurda”, tuttavia il presidente americano sembra non averla presa bene, anzi, come ritorsione al rifiuto della premier danese di vendergli la Groenlandia, Trump ha risposto: “Non si parla agli Stati Uniti in questo modo”. Parole, quest’ultime, che suonano come una minaccia.

Trump, tuttavia, è andato oltre le parole, infatti ha deciso di annullare la sua visita ufficiale in Danimarca prevista per il due e tre settembre.

Il tycoon ha annunciato la sua decisione altrettanto assurda quanto quella di acquistare un territorio straniero, tramite il suo account twitter, il presidente americano ha detto: ” La Danimarca è un Paese molto speciale con persone incredibili, ma sulla base dei commenti del primo ministro Mette Frederiksen, che non sarebbe interessata a discutere dell’acquisto della Groenlandia, rimanderò il nostro incontro in programma tra due settimane ad un’altra volta”.

La premier danese ha riferito di essere molto amareggiata e sorpresa di quest’improvviso cambio di rotta del presidente americano, nonostante ciò il primo ministro danese ha ribadito ai giornalisti che i due Paesi non sono in crisi diplomatica, piuttosto ha auspicato una collaborazione più stretta tra Stati Uniti e Danimarca nella regione dell’Artico.

Il tycoon tuttavia non ha preso bene il rifiuto danese,ritenuto quasi un oltraggio, anzi come se non bastasse, qualche ora dopo Trump ha commentato le parole della premier danese come come cattive e gravi, poichè secondo il presidente americano si parla di vendita della Groenlandia da anni.

Al di là della proposta di Trump, giudicata irricevibile dalle autorità danesi, tanto da far pensare alla premier danese ad uno scherzo, ciò che stupisce è il comportamento di Trump, il quale ritiene che la sua autorità sia illimitata, ovvero egli può acquistare o regalare territori a suo piacimento, si veda a questo proposito la questione delle alture del Golan di qualche mese fa.

Inoltre, il presidente americano sembra essere di memoria corta, perchè gli Stati Uniti avrebbero potuto acquistare la Groenlandia nel 1917, di conseguenza anche la tempistica scelta da Trump non è quella giusta.

Perchè tanto interesse per la Groenlandia? Secondo il giornale Wall Street Journal, il presidente americano sarebbe interessato all’acquisto del territorio autonomo danese, per le sue risorse naturali.

Comunque sia, il segretario di stato americano Mike Pompeo ha provato a gettare acqua sul fuoco con un colloquio telefonico con il suo omologo danese Jeppe Kofod, in cui Pompeo ha espresso la sua profonda soddisfazione per la cooperazione tra i due Paesi, soprattutto nell’affrontare le questioni di sicurezza globale, il collega danese ha espresso la sua soddisfazione per quest’intercorso telefonico che non ha potuto fare a meno di definire: “franco, amichevole e costruttivo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here