Trump firma 4 ordini esecutivi per abbassare i prezzi dei farmaci

Durante una gestione della pandemia criticata da tutti, Trump decide di abbassare il prezzo dei farmaci.

0
987
Trump firma 4 ordini esecutivi
Il presidente Donald Trump.

Durante la pandemia, il presidente Trump ha fatto delle proposte molto controverse per ridurre i prezzi dei farmaci negli USA. Ha pertanto firmato 4 ordini esecutivi, compreso quello sull’importazione dei farmaci dal Canada.

Trump firma 4 ordini esecutivi

Il presidente Trump ha firmato quattro ordini esecutivi volti a ridurre i prezzi dei farmaci negli USA. Questi ordini avranno però difficilmente un effetto prima delle elezioni di novembre. Infatti, la maggior parte dei decreti di Trump richiede un regolamento da parte del Dipartimento della Salute. Inoltre, questa potrebbe essere contestata in tribunale.

In particolare, il Presidente ha raccomandato di consentire al Medicare di negoziare i prezzi dei farmaci. Il Medicare Modernization Act del 2003 aveva però stabilito il divieto di tali negoziati, divieto voluto proprio dai repubblicani.

Trump, prima di firmare gli ordini, ha dichiarato: “Sotto il nostro sistema ridicolo non ci è nemmeno permesso di negoziare il prezzo dei farmaci. Riuscite a immaginare? Che tipo di sistema è questo? Ora sta per finire”.

Tuttavia, le industrie farmaceutiche hanno subito condannato questo misure. Hanno anche sottolineato che nel discorso allo Stato d’Unione, Trump aveva promesso che non avrebbe permesso al socialismo di distruggere l’assistenza sanitaria americana.

Il CEO di PhRMA, Stephen Ubl, ha affermato: “Nel mezzo della pandemia globale, quando oltre 145 mila americani hanno perso la vita e in milioni hanno sofferto di difficoltà economiche, questa amministrazione ha deciso di perseguire una politica radicale e pericolosa. Vuole fissare i prezzi dei farmaci in base ai tassi pagati nel Paese, cosa che in passato aveva etichettato come socialista. tutto ciò danneggerà i pazienti oggi e in futuro”.

Anche molti repubblicani hanno criticato le proposte del Presidente, in quanto è ritenuta un’azione socialista.


La Casa Bianca impedisce al CDC di testimoniare sulla riapertura delle scuole

USA – i dati sul covid ora verranno inviati alla Casa Bianca anziché al…

Biden svela il suo piano per l’assistenza all’infanzia


Cosa riguardano i 4 ordini esecutivi

Determinazione dei prezzi

Il presidente Trump ha innanzitutto delineato una proposta di International Pricing Index, per stabilire il livello di rimborso di Medicare per determinati farmaci. Infatti, secondo il Presidente, la maggior parte delle altre nazioni paga molto meno per i farmaci, in quanto i governi locali sono coinvolti della determinazione dei prezzi.

La proposta, contraria alla fedeltà dei repubblicani al sistema del libero mercato, è stata subito criticata dalle aziende farmaceutiche.

Importazione dei farmaci

Un altro ordine esecutivo riguarda l’importazione dei farmaci dal Canada, dove i prezzi sono molto più bassi. Anche questo decreto ha ricevuto non poche critiche. I commissari della Food and Drug Administration esprimono preoccupazioni in merito alla sicurezza dei farmaci canadesi.

Inoltre, il governo di Ottawa ha espresso riserve, asserendo che proteggerà la sua offerta domestica di medicinali.

Sconti per i farmaci

Trump ha anche firmato un ordine esecutivo che chiede alle aziende farmaceutiche di fornire miliardi di dollari in sconti direttamente dalla farmacia. Prima si veniva invece rimborsati dal Medicare e Medicaid.

I gestori delle prestazioni farmaceutiche si oppongono a questa proposta.

Il CEO della Pharmaceutical Care Management Association, JC Scott, ha dichiarato: “Il rilancio di una proposta di riforma sugli sconti non affronta i difetti sottostanti. Aumenterà drasticamente i premi del Medicare per gli anziani e i più vulnerabili d’America. Soprattutto, la proposta sugli sconti non fa nulla per affrontare i prezzi di listino dei produttori di farmaci da prescrizione”.

Tuttavia, i produttori di farmaci hanno sostenuto tale misura.

I prezzi dell’insulina

L’ultimo ordine di Trump riguarda la diminuzione dei prezzi del’insulina. Il piano consentirebbe ai cittadini più anziani di ottenere attraverso il Medicare sconti sull’insulina.