Trump chiede di abolire la Costituzione americana

0
265
Trump chiede di abolire la Costituzione americana

L’ex presidente americano Donald Trump chiede di abolire la Costituzione per consentigli di tornare al potere. Scoppia l’ira della Casa Bianca e dei democratici. Silenzio invece dal partito repubblicano.

Trump chiede di abolire la Costituzione degli USA

L’ex presidente americano Donald Trump, in uno dei suoi deliri per screditare il voto delle presidenziali del 2020, ha chiesto l’abolizione della Costituzione. “Una massiccia frode di questo tipo e portata consente la sospensione di tutte le regole, i regolamenti e gli articoli, anche quelli che si trovano nella Costituzione”, ha scritto Trump su Truth Social. L’ex presidente ha poi chiesto di essere rimesso al potere. “Il mondo ride davanti alla corruzione delle elezioni del 2020”, ha scritto.  

L’ira della Casa Bianca e dei democratici

Le parole di Trump hanno scatenato l’ira della Casa Bianca. “Attaccare la Costituzione e tutto ciò che rappresenta è un anatema per l’anima della nostra nazione e dovrebbe essere condannato da tutti. La costituzione è un documento sacrosanto. Non puoi amare l’America solo quando vinci”, ha affermato il portavoce Andrew Bates. Anche diversi democratici hanno attaccato Trump. “Trump chiede la sospensione della Costituzione per ribaltare il risultato delle elezioni del 2020”, ha affermato la senatrice Amy Klobuchar, che poi ha invitato gli elettori a votare per Warnock in Georgia. “Georgia vota: una vittoria per   Warnock è una vittoria per la democrazia”, ha detto. Il rappresentate del New Jersey Bill Pascrell ha invece affermato che Trump ha chiesto di distruggere la costituzione e di farlo diventare un dittatore.  

Il silenzio del GOP

Il partito repubblicano è invece rimasto in silenzio. L’ex rappresentate repubblicano al Congresso Joe Walsh è uno dei pochi che si è chiesto del silenzio del GOP. “Il leader del Partito Repubblicano ieri ha chiesto l’abolizione della Costituzione degli Stati Uniti, seguito dal silenzio repubblicano”, ha scritto Walsh in un post su Twitter. “È il leader del Partito Repubblicano. In qualità di presidente, ha detto che la Costituzione gli dà il diritto di fare quello che vuole. Si candida di nuovo alla presidenza. Ieri ha chiesto la fine della Costituzione. Ogni repubblicano deve condannarlo. Ma non lo faranno”, ha proseguito. “Ieri Trump ha chiesto la cessazione proprio di ciò che tutti voi avete giurato di sostenere e difendere. Cosa avete da dire a riguardo?”, ha scritto nel post aggiungendo i nomi dei principali esponenti repubblicani, Ron DeSantis, Mike Pence, Ted Cruz, Mike Pompeo, Jim Jordan e Rand Paul. Walsh si è poi chiesto: “Pensate se ha chiedere la fine della Costituzione degli USA fosse stato Obama? I miei ex colleghi del Congresso e dei medi di destra sarebbero al di là dell’apoplessia”.

“Donald Trump ritiene che dovremmo eliminare tutte le regole, i regolamenti e gli articoli, anche quelli che si trovano nella Costituzione per ribaltare le elezioni del 2020. Questa era la sua opinione il 6 gennaio e rimane la sua opinione oggi. Nessuna persona onesta può ora negare che Trump sia un nemico della Costituzione”, ha detto Liz Cheney.


Leggi anche: Trump criticato dal GOP dopo la cena con un nazionalista bianco