Trump annuncia nuove restrizioni su hotel, sigari e rum cubani

Il presidente Trump ha annunciato una serie di nuove restrizioni economiche a Cuba forse per cercare di conquistare l'elettorato cubano in Florida

0
321
Trump annuncia nuove restrizioni

Il presidente Trump ha annunciato una serie di sanzioni economiche a Cuba che vietano ai cittadini statunitensi di acquistare sigari cubani e rum. Inoltre vieta di soggiornare negli hotel di proprietà del governo cubano sull’isola gestita dai comunisti. Questa sembra una mossa elettorale nel tentativo di conquistare la Florida a novembre.

Trump annuncia restrizioni a Cuba

La Florida rappresenta uno Stato importante per la conquista della Casa Bianca. Gli ultimi sondaggi mostrano che il vantaggio di Trump sul candidato democratico Joe Biden si è assottigliato.

In Florida importanti sono anche i voti degli esuli cubani.

Negli giorni scorsi il Miami Herald aveva rivelato che nonostante le innumerevoli promesse fatte a Miami per cui non avrebbe fatto affari a Cuba fino a quando l’isola non fosse stata libera, Trump ha presentato domanda nel 2008 per registrare il suo marchio nella nazione caraibica per una serie di attività commerciali. Tra queste investimenti immobiliari, hotel, casinò e campi da golf.

Ora, il Presidente nel tentativo, forse, di riconquistare l’elettorato cubano – americano ha deciso di annunciare nuove restrizioni su hotel, sigari e rum cubani.

Trump ha annunciato queste nuove restrizioni ad un evento alla Casa Bianca in onore dei veterani della Baia dei Porci. Ha dichiarato: “Oggi, come parte della nostra continua lotta contro l’oppressione comunista, annuncio che il Dipartimento del Tesoro proibirà ai viaggiatori statunitensi di soggiornare in proprietà appartenenti al governo cubano. Inoltre stiamo limitando ulteriormente l’importazione di alcol cubano e tabacco cubano”.

Il Presidente ha poi aggiunto: “Queste azioni garantiranno che i dollari americani non finanzino il regime cubano ma vadano direttamente al popolo cubano”.

Altre restrizioni per Cuba

Il Dipartimento del Tesoro ha inoltre affermato che l’amministrazione sta eliminando le autorizzazioni per i cittadini statunitensi per recarsi a Cuba per eventi sportivi, spettacoli, riunioni e conferenze professionali. Ora i cittadini statunitensi che desiderano recarsi a Cuba per queste attività dovranno richiedere una permesso speciale.

L’annuncio di queste nuove sanzioni peggiorerà di nuovo il rapporto tra USA e Cuba. Questo era migliorato sotto l’amministrazione Obama.

Inoltre, Trump, durante l’annuncio delle restrizioni a Cuba, ha anche detto: “Stiamo anche imponendo severe sanzioni alle dittature del Nicaragua e Venezuela. Abbiamo intentato una causa contro Maduro per il narcoterrorismo”.

E’ solo una mossa elettorale?

L’opposizione afferma che questa mossa del Presidente su Cuba è solo per conquistare l’elettorato conservatore cubano.

Tuttavia il vice segretario di Stato per Cuba e Venezuela, Carrie Filipetti, nega con forza che le nuove sanzioni annunciate, così vicine alle elezioni di novembre, hanno a che fare con l’ingraziarsi il favore degli elettri conservatori cubano – americani. Inoltre afferma che sono solo misure progettate per incoraggiare gli americani a soggiornare in piccoli bed and breakfast gestiti da normali cittadini cubani piuttosto che in lussuosi hotel gestiti dal governo.

E’ improbabile che queste nuove sanzioni abbiano un effetto immediato sull’economia di Cuba poiché il governo cubano ha chiuso i confini con gli USA mesi fa a causa dell’emergenza pandemia.

Il massimo diplomatico di Cuba per gli affari statunitensi, Carlos Fernandez de Cassio, ha dichiarato: “Scioccato e deluso dal governo USA. Nella loro brutale guerra economica, il governo americano ha adottato nuove misure aggressive che limiteranno di più i diritti dei cittadini statunitensi”.


Leggi anche: Cuba reale paradiso per gli LGBTI? Il caso Moreno e la repressione del governo

Commenti