Trovate madre e figlia morte a 24 ore di distanza

0
170
madre e figlie morte

Lentini: madre e figlia trovate morte a 24 ore di distanza. L’anziana era dentro una bara

Mistero sul caso delle due donne rinvenute madre e figlia morte nel Siracusano. L’anziana si trovava all’interno di una bara, o meglio della parte interna in zinco di una bara, in stato di decomposizione nel garage di via Murganzio, la figlia era in cucina e sarebbe stata trovata 24 ore prima. Procura e carabinieri del Ris indagano

Ha sfumature sempre più gialle il caso di Lentini nel Siracusano, dove, nei giorni scorsi, sono stati trovati i corpi senza vita di madre e figlia morte. Le vittime sono Francesca Oliva, 89 anni e Lucia Marino, 56. Da indiscrezioni è trapelato che l’anziana sarebbe stata ritrovata dentro una bara nel garage di via Murganzio. La figlia era invece nella cucina di casa e sarebbe stata rinvenuta il giorno prima.

Entrambi i corpi erano, stando a quanto si apprende, in avanzato stato di decomposizione. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta e spetterà ai carabinieri del comando provinciale di Siracusa e della Compagnia di Augusta verificare in che modo le donne sono decedute. Oggi è stata eseguita l’autopsia sul corpo della figlia e a breve si conosceranno i risultati.

Lentini (Siracusa) – Arrestato 41enne per lesioni e violenze famigliari

Lentini (Siracusa) – Anziano uccide la badante a colpi di pistola

Siracusa – Primo soccorso 2021, Open Arms soccorre 169 migranti

Le indagini sul caso di Lentini

Sulla vicenda, filtra il massimo riserbo da parte delle forze dell’ordine, contestualmente cresce la preoccupazione da parte della comunità, anche e soprattutto visti gli ultimi sviluppi. Il cadavere dell’89enne si trovava all’interno di una bara, o meglio della parte interna in zinco di una bara, in stato di decomposizione in un garage. Locale questo sottoposto a sequestro. Gli inquirenti stanno accertando se entrambi i corpi presentano segni o tagli riconducibili ad un’aggressione.

Stando a quanto riportano gli organi di stampa locali, i carabinieri potrebbero aver fermato un uomo e posto i sigilli in un negozio del centro storico. I militari nelle ultime ore hanno sentito familiari per capire se vi fossero dei dissidi in famiglia o se le donne fossero vittime di alcune patologie. Gli uomini del Ris raccoglieranno tessuti e tracce organiche per capire se in quella casa erano presenti altre persone in quei minuti drammatici per entrambe le donne.