Trovata coppia di giovani cerignolani morti in mare nel Salento

0
224
coppia di giovani cerignolani

Salento, coppia di giovani cerignolani trovata morta in mare nel Salento entrambi sono annegati 

Coppia di giovani cerignolani Pia Patruno e Rosario Francesco Mancino, 27 e 29 anni, sono stati rinvenuti sotto l’alta scogliera della Baia dei Turchi di Otranto, nel Leccese. Una giovane coppia di Cerignola, nel Foggiano, è stata trovata senza vita in mare sotto l’alta scogliera della Baia dei Turchi di Otranto, nel Leccese.

I due giovani, Pia Patruno e Rosario Francesco Mancino di 27 e 29 anni, sono morti annegati. Alcuni bagnanti hanno riferito di aver visto in difficoltà la ragazza che è poi sparita tra le onde. Le due vittime erano amici. 

Supersano (Lecce) – Violente maltempo nel Salento fulmine colpisce campanile

Casa vacanze nel Salento: era una fabbrica di tabacco

Pescoluse (Lecce) – Paura in Salento per una tromba d’aria

Donna ferita pochi giorni fa – I due giovani, i cui corpi sono stati recuperati, erano in vacanza nel Salento, in una comitiva di sei ragazzi complessivamente. Solo due giorni fa una donna di 60 anni di Sondrio è rimasta gravemente ferita precipitando dalla stessa scogliera, per un passo falso durante un’escursione, compiuta insieme al marito durante le loro vacanze nella zona. 

La ragazza in difficoltà tra le onde – I due giovani ritrovati morti erano amici e sulla spiaggia c’era invece il fidanzato di lei. In un primo momento si era creduto che i due giovani fossero precipitati dalla scogliera, ma la dinamica è stata ricostruita da carabinieri e militari della Capitaneria di Porto di Otranto che hanno ascoltato alcuni bagnanti i quali hanno riferito di aver visto in difficoltà la ragazza che è poi sparita tra le onde.

Un tratto insidioso – Quel tratto di costa è molto insidioso per i nuotatori non esperti e anche per chi non conosce la zona perché, spiegano gli esperti, in determinate condizioni meteomarine come quelle di sabato, con mare agitato e vento di maestrale, si creano correnti a mulinello che trascinano i bagnanti verso il fondale, inizialmente poco profondo e che poi scende improvvisamente. I primi a soccorrere i due giovani sono stati alcuni bagnanti medici e il bagnino che hanno tentato manovre di rianimazione in attesa dell’arrivo del 118.