Trovant: le “pietre vive” scoperte in Romania

0
1769
Trovant: le pietre vive della Romania

In Romania spuntano delle formazioni rocciose particolari. Le chiamano trovant e le definiscono “pietre vive”. Si trovano nella valle di Costeti e, secondo gli esperti, risalgono a circa 6 milioni di anni fa. Molti scelgono di tenere queste pietre nel proprio giardino, pensando che portino fortuna. Le innaffiano con regolarità e credono che la mancanza di cure ed acqua possa farle arrabbiare.

Cosa sono i trovant?

Il trovant è una pietra fatta di sabbia cementata. Durante le forti piogge, raccoglie i minerali dalla pioggia che, mescolandosi ad altre sostanze, creano pressione all’interno. Questa pressione trasforma le pietre, che si espandono e cambiano forma. Crescono di circa 4 o 5 centimetri ogni 1.200 anni e sembrano muoversi quando la massa si espande. Gli scienziati pensano che siano nate dopo antichi terremoti. I più fantasiosi pensano che siano residui di una pioggia di meteoriti.

Le pietre sono legate al folklore locale

I trovant sono pietre legate al folclore, attorno alle quali ruotano vecchie leggende. Una fra tutte racconta che le pietre sarebbero una sorta di zavorra scaricata dalle nuvole. Le nuvole volevano spostarsi con velocità da un posto all’altro, e così decisero di far cascare il loro “peso” sulla terra. Analizzando l’interno di trovant è possibile rinvenire una serie di cerchi concentrici, che ricordano quelli degli alberi. Se vale come per gli alberi, gli anelli potrebbero indicare l’età della pietra.

Teorie scientifiche sui trovant

Diversi esperti parlano di queste pietre come di forme di vita inorganiche. Hanno una superficie liscia e senza spigoli. Posso essere cilindriche, nodulari e sferiche. I trovant sviluppano una forma mentre crescono e si moltiplicano a causa della secrezione di cemento irregolare. Nonostante siano state scoperte in Romania, pietre simile si trovano anche in Russia, Kazakistan, Repubblica Ceca e persino negli Stati Uniti.