Trentennale della Fondazione del ROS: “Trent’anni di promozione dei valori della Costituzione”

0
235
Trentennale della Fondazione

Il 21 ottobre 2021, in occasione del trentennale della fondazione del Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri, presso la Scuola Ufficiali Carabinieri in Roma, si terrà una giornata di studio dal titolo “Trent’anni di promozione dei valori della Costituzione”.  

Il Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri è stato istituito il 3 dicembre 1990, in attuazione del decreto legge n. 324 del 13.11.1990, emanato dal governo per il contrasto della criminalità organizzata e che portò alla costituzione dei servizi centrali ed interprovinciali di polizia giudiziaria. Trentennale della Fondazione del ROS all’atto della sua costituzione il Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri assorbì la preesistente struttura Anticrimine dell’Arma, nata a Torino nel maggio del 1974 con un “Nucleo Speciale di Polizia Giudiziaria”, costituito da unità appositamente prescelte dal Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, per l’espletamento di complesse indagini nel contrasto al terrorismo. 

I lavori, del Trentennale della Fondazione del ROS saranno aperti dall’intervento del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Teo Luzi, saranno articolati su tre panel corrispondenti ad altrettante aree tematiche. Il primo panel, “ Terrorismo interno e internazionaleDagli anni di piombo alla minaccia jihadista globale”, oltre a ripercorrere gli eventi che hanno portato alla costituzione della struttura Anticrimine e alla sua progressiva evoluzione quale principale strumento di contrasto alla minaccia terroristica dell’Arma dei Carabinieri, si concentrerà sulla tematica dell’eversione di estrema destra per poi affrontare le problematiche legate al terrorismo internazionale nel più ampio scenario delle guerre asimmetriche che caratterizzano la conflittualità internazionale. Particolare spazio sarà riservato al terrorismo di matrice confessionale e agli strumenti per contrastare, in una prospettiva necessariamente di respiro europeo e internazionale, il complesso fenomeno della radicalizzazione.

In tale quadro, nell’articolato sistema di prevenzione e repressione del fenomeno terroristico, ampio rilievo assume il lavoro svolto nell’ambito Europol e più in generale la cooperazione internazionale che ha l’effetto di ampliare e rendere operativo il dispositivo antiterrorismo oltre i confini nazionali. Trentennale della Fondazione del ROS. Il panel, moderato da Guido Olimpio, giornalista del Corriere della Sera, vedrà la partecipazione del Dr. Giovanni Salvi, Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione, del Gen. D. Giampaolo Ganzer, già Comandante del ROS, del Dr. Andrea Margelletti, Presidente Centro Studi Internazionali, della Prof.ssa Maria Anna Cossiga, della “Fondazione Leonardo Med-Or” e Senior Analyst della “European Foundation for Democrazy”, del Dr. Claudio Galzerano, Capo dell’European Counter Terrorism Centre di Europol e del Dr. Josh Cavinato, magistrato di collegamento presso l’Ambasciata Usa in Roma.

Il secondo panel, “La criminalità mafiosa – Dalle vessazioni sul territorio alle attività transnazionali”, muove le mosse dalla figura del Gen. dalla Chiesa e dalla sua esperienza in Sicilia che ha contribuito a delineare il “metodo” che ha contraddistinto l’impiego della prima struttura Anticrimine e che, ancora oggi, è alla base del modello operativo del ROS. Sarà ripercorso il processo evolutivo delle mafie storiche che oggi rappresentano l’agire criminale più evoluto e sofisticato a livello internazionale. Tali organizzazioni, hanno accumulato enormi ricchezze principalmente grazie al narcotraffico, sviluppato una propria dimensione imprenditoriale e acquisito capacità di operare anche nei mercati finanziari, assumendo i tratti di holding criminali, con diversificati interessi leciti e illeciti.

Corriere della droga arrestato dai carabinieri: Sequestrati 4 chili di hashish

Raffica di furti a Serravalle Scriva: i carabinieri denunciano un 39enne

78° anniversario della deportazione dei Carabinieri di Roma

Il panel sarà moderato da Salvo Palazzolo, inviato speciale del quotidiano “La Repubblica”, e vedrà quali relatori il Dr. Federico Cafiero De Raho, Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, il Gen. B. Alessandro Barbera, Comandante dello SCICO della Guardia di Finanza, il Prof. Avv. Ranieri Razzante, docente di legislazione antiriciclaggio all’Università di Bologna, il Prof. Enzo Ciconte, docente di storia delle mafie italiane all’Università di Pavia, il Gen. B. Cinzia Gagliardi, Comandante Regione Carabinieri Forestale Lazio, e il Dr. Scott Hacker, Capo della US DEA nel Sud Europa.

 Il terzo e ultimo panel è dedicato a “Le nuove tecnologie e procedure applicate alle indagini – Dalle ricostruzioni giudiziarie alla digital forensic”. Dagli strabilianti progressi tecnologici che hanno radicalmente modificato, perfezionandole, le metodologie di approccio al mondo delle indagini e alla scena del crimine, verranno approfonditi, anche sotto il profilo della cooperazione giudiziaria e di polizia, i temi dell’intelligenza artificiale applicata all’investigazione, del difficile equilibrio tra l’investigazione tecnica e la tutela dei diritti di difesa, nonché quello della cripto-fonia.

Il panel sarà moderato da Gianluigi Nuzzi, giornalista e conduttore del programma televisivo “Quarto Grado”, e vedrà l’intervento della Dr.ssa Lucia Lotti, Procuratore Aggiunto della Repubblica di Roma, del Dr. Fausto Lamparelli, direttore dello SCO della Polizia di Stato, dell’Avv. Nicodemo Gentile, penalista cassazionista, scrittore e Presidente di “Penelope Italia”, dell’avv. Stefano Aterno, docente di informatica giuridica presso l’Università di Foggia, del Gen. B. Riccardo Sciuto, Comandante del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche, e del Col. Gregory Goumain della Gendarmerie Nationale francese, addetto alla cooperazione di sicurezza presso l’Ambasciata di Francia in Roma. 

I tre panel saranno introdotti da un documentario storico-cronistico sul ROS, di Fabrizio Feo, giornalista Rai – TG 3, mentre la giornata di studi verrà conclusa dall’intervento del Dr. Gennaro Sangiuliano, direttore del TG2-RAI. Il convegno potrà essere seguito in diretta streaming al seguente link