Tre progetti pro Val Seriana e Val di Scalve

0
144
val seriana

Nel 2023 e nel 2026 in Lombardia si terranno rispettivamente due importanti eventi: Bergamo e Brescia Capitale italiana della Cultura e le Olimpiadi invernali a Milano-Cortina. In preparazione a questi appuntamenti, l’agenzia turistica Promoserio realizzerà nel 2022 tre progetti di valorizzazione della Val Seriana e della Val di Scalve.

Tre progetti per la Val Seriana e la Val di Scalve.

La Regione Lombardia ha erogato a Promoserio un finanziamento di 192.000 euro da spendere in tre progetti. Due di questi, Val di Scalve 4 x 4 e We Light Food, beneficeranno di un contributo di 152.000 euro previsto dal bando “Viaggio in Lombardia”, erogato per altri 11 progetti. L’altra iniziativa, Ritroviamoci in Val Seriana, rientra nel bando regionale “Lombardia attrattiva” e godrà di un finanziamento di 40.000 euro. Puntare su queste due valli mira a creare una maggiore attrattività turistica in un territorio poco conosciuto. Una sfida che arriva man mano che si avvicinano due eventi quali Bergamo e Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 e i Giochi Olimpici invernali a Milano e a Cortina nel 2026.

Val di Scalve 4 x 4

Val di Scalve 4 x 4: 4 Comuni per tutte le stagioni è un’iniziativa voluta grazie alla sinergia da quattro Pubbliche Amministrazioni, coordinati dalla Comunità Montana di Scalve. L’obiettivo è la creazione di un itinerario turistico adatto agli sportivi e appassionati di turismo Active, che partirà dall’Aeroporto di Bergamo e arriverà alla Val di Scalve. Il tragitto sarà fruibile in occasione delle Olimpiadi invernali, dove la presenza di stranieri sarà probabilmente più alta. Infatti è a loro che guarda questo progetto, dove si legge che “da un’analisi dei dati riferiti al 2019 (si è escluso il 2020 in quanto meno attendibile), la Val di Scalve risulta infatti ancora marginale rispetto ai tradizionali flussi turistici”. Inoltre la zona – continua – è “poco servita dai mezzi pubblici e fuori dalle direttrici principali che collegano la città ai territori limitrofi. Gli arrivi sono stati in totale 5.824 (di cui 5.364 italiani e appena 460 esteri) e le presenze 20.308 (19.192 di italiani e 1.116 di turisti esteri). Risulta quindi evidente la preponderanza di turisti italiani”.

We Light Food

La Val di Scalve è ricca di cultura e gastronomia. Per incrementare un turismo che valorizzi queste due realtà, ecco il progetto We Light Food: alla scoperta delle tradizioni artistiche e gastronomiche della Val Seriana. L’area interessata comprende i Comuni di Clusone, Castione della Presolana, Rovetta, Onore e Gorno, con la partecipazione della Comunità Montana Valle Seriana. L’iniziativa si articola in due itinerari. Il primo guarda al patrimonio culinario tramite un’offerta sostenibile e destagionalizzata alla scoperta delle eccellenze agroalimentari. Il secondo si focalizza, invece, sul settore storico-artistico della valle attraverso una forma insolita di promozione digitale: il videomapping. Questa tecnica permette proiettare immagini grafiche su superfici reali, creando effetti 3D.

Ritroviamoci in Val Seriana

Il terzo progetto si chiama Ritroviamoci in Val Seriana: alla scoperta dei luoghi perduti. L’Iniziativa sarà animata da diversi percorsi al fine di rivalutare quegli spazi un tempo assai frequentati, ma ora caduti nel completo oblìo. Verranno organizzate rassegne cinematografiche, percorsi culturali e letterari e nuove azioni di marketing territoriale. “Siamo estremamente soddisfatti di questi risultati – dichiara Giampiero Calegari, presidente della Comunità Montana di Val Seriana -. Su questo territorio, quando si individua un obiettivo condiviso, di solito lo si raggiunge”.