Tre gol per tre punti: la Roma supera il Palermo al Barbera con reti di El Shaarawy, Dzeko e Bruno Peres

0
534

Al Barbera si disputa la sfida di Serie A tra Palermo e Roma, valida per la 28° giornata di campionato. I giallorossi arrivano da una serie di sconfitte, in coppa Italia contro la Lazio, in campionato contro il Napoli e in Europa League contro il Lione, che non lasciano tranquilli tecnico, squadra e tifosi, ben consapevoli dell’importanza di tornare al successo per riacquistare sicurezza prima di affrontare giovedì sera  in casa la gara di ritorno dei quarti di finale col Lione. Il Palermo, che occupa attualmente il diciottesimo posto in classifica, insegue una salvezza lontana, ma non impossibile.

Spalletti effettua un notevole turnover per far rifiatare un po’ la squadra e propone una difesa a tre con Rüdiger, Fazio e Juan Jesus (deve fare a meno dello squalificato Manolas), mette in campo Mario Rui, lascia riposare Strootman e lancia dal primo minuto Grenier, al suo esordio da titolare con la maglia della Roma e in attacco propone un tridente atipico con Nainggolan, El Shaarawy e Salah, facendo accomodare in panchina Dzeko, il miglior realizzatore della squadra con 19 gol all’attivo. Stando alle indicazioni della vigilia, se Perotti non avesse dato forfait a causa di un fastidio muscolare, anche Nainggolan non avrebbe preso parte alla partita dal primo minuto di gioco.

La squadra di Lopez presenta invece una novità tra i pali, dove il giovane Fulignati, all’esordio in serie A, prende il posto di Posavec, che non aveva brillato nella trasferta di Torino. In avanti gioca Nestorovski con Embalo e Sallai a sostegno.

La partita si apre con un episodio al 5’ minuto che fa discutere: Chochev fa un lungo lancio in area, Aleesami effettua un movimento per colpire al volo, ma non colpisce e il pallone finisce a Nestorovski che, grazie alla complicità di Szczesny, trova il gol dell’1-0. Rocchi, dopo essersi consultato con il guardalinee Preti, decide però di annullare la rete per fuorigioco dell’attaccante macedone: secondo l’arbitro Aleesami avrebbe toccato il pallone, mandando automaticamente in posizione di offside Nestorovski, ma i replay televisivi smentiscono il tocco. Si tratta dunque di un gol regolare annullato al Palermo.

I primi venti minuti di gioco vedono la Roma cercare spesso le sue due punte con cross alti e il Palermo attaccare soprattutto sul settore sinistro, dove trova maggiori spazi, e appoggiarsi molto a Nestorovski per risalire il campo.

Al 22’ la difesa rosanera si lascia sorprendere da una bell’azione della Roma: Peres serve Grenier che pennella un cross perfetto per El Shaarawy che brucia Morganella e sulla linea del fuorigioco trova il gol con una conclusione immediata di sinistro. 0-1.

I giallorossi, forti del vantaggio, continuano ad impostare la manovra e a mantenere il controllo del gioco, mentre il Palermo soffre e non riesce ad opporsi alla continua circolazione di palla degli avversari.

Al 38’ Rüdiger si divora il gol del raddoppio , spedendo alto di pochissimo sopra la traversa il suo colpo sotto porta, dopo essere arrivato con i tempi giusti su un calcio di punizione dalla trequarti di Paredes. Un minuto dopo Grenier serve dai 25 metri Paredes che calcia di prima intenzione, ma angola troppo la conclusione che accarezza il palo e termina a lato.

Nei minuti finali del primo tempo il gol del 0-2 è sui piedi di Nainggolan, che spreca clamorosamente una palla gol netta a tu per tu con Fulignati chiudendo troppo il destro senza riuscire a trovare la porta.

Il primo tempo termina 1-0 per la Roma grazie al gol al 22’ di El Shaarawy, ma la squadra di Spalletti ha sprecato in 3 circostanze la possibilità di raddoppiare. Il Palermo era partito bene, mostrandosi subito aggressivo, ma ha subito il contraccolpo psicologico del gol annullato e del gol subito.

La ripresa si apre con una nitida occasione al 49’ per El Shaarawy che non trova la doppietta personale, non riuscendo a sfruttare un assist di Grenier stoppando bene il pallone, ma tirando addosso al portiere rosanero. Un minuto dopo ci prova il Palermo con Diamanti che, approfittando di una palla persa da Rüdiger, tenta di  superare Szczesny con un diagonale rasoterra di sinistro, ma l’estremo difensore giallorosso para con una respinta in tuffo a mano aperta.

Il Palermo ora attacca con più facilità ed intensità, mentre la Roma appare un po’ spaesata. Szczesny si riscatta dall’errore del primo tempo ed è decisivo in uscita ad anticipare Nestorovski.

Al 64’ Grenier, ammonito, lascia il posto a Dzeko.

Gazzi viene ammonito per un intervento in ritardo su El Shaarawy  e l’arbitro concede un calcio di punizione da posizione invitante per la Roma. La conclusione di Paredes impatta la barriera e viene deviata in corner. Se ne occupa sempre l’argentino che crossa per Fazio, ma il colpo di testa del difensore finisce sul fondo e i giallorossi non chiudono l’incontro.

Al 71’un tiro-cross di Peres arriva sui piedi di Dzeko che prova a calciare al volo, ma spedisce la sua conclusione in curva. L’attaccante bosniaco si rifà al 75’ quando, servito dalle retrovie da Nainggolan, stoppa il pallone con il petto e con un tocco di sinistro beffa Andelkovic e supera Fulignati in uscita. 0-2 per la Roma. Dzeko sale così a quota 20 gol (30 stagionali) nella classifica marcatori della serie A, dove è preceduto solo da Belotti, andato a segno 22 volte.

 

Ora per la squadra di Lopez è tutto in salita, la partita è ormai chiusa. La fine viene sancita dal gol di Bruno Peres al 91’, la cui conclusione passa sotto le gambe di Fulignati e termina in rete. 0-3.

La Roma espugna così il Barbera, trovando 3 volte il gol e sfiorandolo in altrettante occasioni, e sale a quota  62 punti in classifica, a -8 dalla vetta e a +2 dal Napoli. Per il Palermo si tratta invece di un’occasione fallita per la salvezza.

TABELLINO

PALERMO- ROMA 0-3 (0-1)

MARCATORI: El Shaarawy 22’, Dzeko 75’, Peres 90’+1’

PALERMO (4-2-3-1): Fulignati; Morganella, Cionek, Andelkovic, Aleesami; Gazzi, Chochev; Embalo (46’ Diamanti), Bruno Henrique (74’ Lo Faso), Sallai; Nestorovski. A disposizione: Posavec, Marson, Vitiello, Trajkovski, Gonzalez, Jajalo, Sunjic, Bonfiglio, Ruggiero.

Allenatore: Lopez

ROMA (3-4-1-2): Szczesny; Rüdiger, Fazio, Juan Jesus; Peres, Grenier (64’ Dzeko), Paredes, Mario Rui; Nainggolan; Salah (81’De Rossi), El Shaarawy (72’ Strootman). A disposizione: Alisson, Crisanto, Vermaelen, Emerson, Gerson, Totti.

Allenatore: Spalletti

ARBITRO: Rocchi

AMMONITI: Peres e Bruno Henrique per comportamento non regolamentare, Paredes, Grenier e Gazzi per gioco scorretto.

 

Commenti