Tragedia alla stazione Acquaviva: 16enne travolta da un treno

0
155
Tragedia alla stazione Acquaviva

Tragedia alla stazione Acquaviva: 16enne muore investita da treno ad Acquaviva delle Fonti, forse indossava le cuffie e potrebbe non averlo sentito.

Tragedia alla stazione di Acquaviva una ragazzina di appena 16 anni è stata investita da un treno Intercity, diretto verso nord, ed è morta ieri sera ad Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari. Si trovava lì insieme ad alcuni amici nei pressi dei binari. Secondo prime informazioni indossava delle cuffiette . La vittima risiedeva nella vicina Cassano Murge.

La zona della stazione è molto frequentata dai giovani, tanto che stanotte, dopo la tragedia, il sindaco di Acquaviva Davide Carlucci sulla sua pagina Facebook ha scritto che “giusto un paio d’ore prima che avvenisse il terribile incidente, ho personalmente accompagnato gli agenti di Polizia locale in un giro di controllo in stazione durante il quale, dopo aver provato a dialogare con alcuni dei ragazzi che frequentano quel posto per capirne le ragioni, li abbiamo invitati a trascorrere il loro tempo in altri luoghi più sicuri della città.

Non è certo la prima volta che ci ritroviamo a occuparci dei problemi di sicurezza che si presentano lungo la linea ferroviaria. Ora, però, è successo l’irreparabile. La nostra comunità si stringe intorno ai familiari e agli amici della vittima”. Secondo una prima ipotesi, è probabile che la sedicenne non abbia sentito il treno arrivare proprio a causa delle cuffie o comunque perché era distratta mentre si intratteneva con gli amici.

Arrestato 28enne pluripregiudicato a Bari

Femminicidio a Bari: donna uccisa a coltellate in casa

Agguato sul Lungomare di Bari: ucciso un pregiudicato 31enne

La stazione di Acquaviva delle Fonti infatti pare fosse abituale luogo di ritrovo di alcuni ragazzi della zona che l’avevano scelta come proprio luogo di passatempo anche perché non ha personale né vigilanza. A spiegarlo è stato lo stesso sindaco della cittadina barese, Davide Carlucci . “Giusto un paio d’ore prima che avvenisse il terribile incidente, ho personalmente accompagnato gli agenti di Polizia locale in un giro di controllo in stazione durante il quale, dopo aver provato a dialogare con alcuni dei ragazzi che frequentano quel posto per capirne le ragioni, li abbiamo invitati a trascorrere il loro tempo in altri luoghi più sicuri della città” ha scritto il primo cittadino sui social subito dopo la tragedia, aggiungendo:

“Non è certo la prima volta che ci ritroviamo a occuparci dei problemi di sicurezza che si presentano lungo la linea ferroviaria. Ora, però, è successo l’irreparabile. La nostra comunità si stringe intorno ai familiari e agli amici della vittima”. Il sindaco ha annuncia la proclamazione del lutto cittadino ma intanto sul tragico incidente e sull’esatta dinamica della tragedia proseguono le indagini condotte dalla Polizia Ferroviaria.