Tra Hyundai e Apple L’accordo è saltato

La casa coreana ha interrotto le trattative con l'azienda di Cupertino per lo sviluppo della guida autonoma

0
492

C’eravamo tanto amati? Forse, chissà. Intanto, tra la Hyundai e la Apple il dialogo si è concluso, con un nulla di fatto. Come vi avevamo anticipato, la casa coreana proprietaria dei marchi Genesis e Kia ha interrotto le trattative con l’azienda di Cupertino, al fine di una collaborazione tecnica reciproca. Le due aziende stavano valutando di lavorare insieme sul progetto della guida autonoma, con obiettivo di produzione entro il 2024. “Non stiamo parlando con Apple sullo sviluppo di veicoli autonomi“, si legge nella nota ufficiale pubblicata dalla Hyundai. E adesso, che succede?


Apple e Hyundai: trattative in corso per guida autonoma


Perché Hyundai non vuole più parlare con Apple?

Le due aziende si parlavano da ormai un mese, pur non dichiarandolo pubblicamente. E adesso, scopriamo che da parte di Hyundai non c’è più voglia di continuare. Perché? Secondo le indiscrezioni, i vertici della casa coreana sono preoccupati di diventare un mero fornitore di componenti. Le trattative erano iniziate pensando ad una collaborazione ingegneristica, con una parte che pensava alla meccanica e l’altra all’elettronica. E invece, devono aver scoperto che a Cupertino avevano altri piani, come quello di relegare Hyundai a mero fornitore di componenti. Apple agisce alla stessa maniera con i propri smartphone, i cui pezzi sono prodotti dalla taiwanese Foxxcon.

Quanto Hyundai crede nella guida autonoma

Un altro punto su cui varrebbe la pena di riflettere è quanto sia convinto il mondo automotive sul progetto della guida automatica. La sensazione è che le case stiano ancora investendo nel settore, cercando partner dall’universo digitale, ma che l’entusiasmo iniziale stia svanendo. Il sogno di produrre auto automatiche pronte all’uso in pochi anni si è infranto scontrandosi con la dura realtà, che vede questi veicoli difficili da realizzare, se non impossibili. “Penso che sia più facile lanciare un razzo e metterlo in orbita attorno alla terra che costruire un’auto del genere“, ha dichiarato tempo fa il CEO di Waymo John Krafcik. Steve Wozniak, co fondatore di Apple, osò dire un anno fa che la guida autonoma era “irrealistica“. Stiamo sprecando denaro? Solo il tempo ce lo dirà.

In ogni caso, Hyundai sul settore non molla la presa, per ora. “Stiamo ricevendo diverse richieste di cooperazione nello sviluppo congiunto di veicoli elettrici autonomi da varie società, ma sono tutte nella fase iniziale e non è stato ancora deciso nulla“, ha dichiarato la casa ad Autocar.


Hyundai Motor: nuova piattaforma per auto elettriche