Tra Emergency e arte: Gino Strada promotore di cultura

0
556
emergency arte

Ieri è morto Gino Strada. Proprio lui ha fondato Emergency, ONG che cura gratuitamente le vittime di guerra, ma che negli ultimi anni ha avviato delle collaborazioni anche nel campo dell’arte.

Morte di Gino Strada, fondatore di Emergency

Si è spento ieri, 13 agosto, Gino Strada, medico fondatore della ONG umanitaria Emergency, nata nel 1994. Aveva 73 anni. Lo scopo di Emergency è offrire cure mediche e chirurgiche gratuite ai bisognosi in tutto il mondo, in particolare alle vittime di guerre, conflitti e povertà. La morte è dovuta a complicanze relative ai problemi cardiaci di cui Strada soffriva.


Morto Gino Strada, il fondatore di Emergency


La carriera del padre di Emergency

Nato a Sesto San Giovanni nel 1948, Luigi, detto “Gino”, si laurea in Medicina alla Statale di Milano nel 1978 e si specializza in chirurgia d’urgenza. Dopo aver lavorato all’ospedale di Rho, negli Stati Uniti a Stanford e a Pittsburgh, all’Harefield Hospital nel Regno Unito e allo Schuur Hospital di Città del Capo in Sudafrica, nel 1989 collabora per cinque anni con la Croce Rossa in alcune zone di conflitto (Pakistan, Etiopia, Somalia, Bosnia Erzegovina), diventando esperto di trattamenti chirurgici sulle vittime di guerra. È in questo periodo che Gino Strada matura l’idea di fondare Emergency assieme a un gruppo di colleghi. Il progetto nasce nel 1994. Da qui parte l’attività della ONG, che attualmente è operativa in 17 paesi mondiali e fino a oggi ha curato oltre 11 milioni di persone. Gino Strada ha ottenuto numerosi riconoscimenti tra cui, nel 2015, il Right Livelihood Award.

Emergency e l’arte

L’attività in campo umanitario continua a impegnare Emergency, ma negli ultimi anni ha fornito un contributo prezioso anche nel campo dell’arte. Lo stesso Gino Strada ha spesso promosso le iniziative artistiche dell’organizzazione.

Casa Emergency

Nel 2017 a Milano è stata aperta Casa Emergency, uno spazio espositivo aperto alla città e destinato a incontri, conferenze e mostre. Tra le rassegne più importanti ricordiamo la personale di Giulio Piscitelli sulla fotografia di guerra in occasione del 25° anniversario della fondazione, la mostra Senza Poesia con dipinti e disegni di Nicola Golea e Serena Nono, che raccontano le migrazioni per dare un volto ai corpi senza nome, la cui vita si perde nelle acque del Mediterraneo.

Gino Strada promuove l’arte 25 anni dopo la nascita di Emergency

Durante le celebrazioni dei 25° compleanno di Emergency, queste sono state le parole di Gino Strada: “Abbiamo scelto di festeggiare questi 25 anni mostrando a tutti, attraverso le foto di Giulio (Giulio Piscitelli), quello che fa Emergency fin dalla sua nascita. Curando le vittime, anno dopo anno, abbiamo capito una cosa semplice. Che qualunque siano le armi, qualunque siano i motivi, la guerra ha sempre la stessa faccia: morti, feriti, gente che soffre. È trovandoci di fronte ogni giorno la sofferenza di centinaia di esseri umani, che abbiamo iniziato a maturare l’idea di una comunità in cui i rapporti siano fondati sulla solidarietà e il rispetto. Una società che faccia a meno della guerra, per sempre.”